Francesco Londei verso il sacerdozio

francesco londei Fano 09/04/2010 - Francesco Londei sarà ordinato diacono domenica 11 in Cattedrale alle ore 17.30. Nel 2011 prete.

E l’invito alla Celebrazione lo invia anche su Facebook La Chiesa di Fano-Fossombrone-Cagli-Pergola è in festa. Domenica 11 aprile, alle ore 17.30 presso la Cattedrale in Fano – rende noto don Ruggeri, Portavoce del Vescovo – il seminarista Francesco Londei sarà ordinato Diacono per l’imposizione delle mani e la preghiera consacratoria del Vescovo Armando Trasarti. Dopo l’ordinazione sacerdotale di don Mirco Ambrosini, attuale vice parroco a Cagli, un altro momento di Grazia scende sulla Chiesa locale. «Il dono dello Spirito, già ricevuto nei sacramenti – racconta Francesco – mi ha condotto a questa strada che ho intrapreso per divenire sacerdote di Cristo. Ora mi sento libero, aperto, contento, emozionato tanto: pronto sì e no. E’ una gioia che vorresti comunicare la modalità si vedrà nel tempo. Questo è un passo importante, attendo l’undici aprile con trepidazione. L’attendo come una festa per tutta la comunità diocesana: in primis per la mia famiglia, il Vescovo, don Luciano e tutti i sacerdoti che mi hanno seguito, aiutato e amato». Francesco Londei è della Parrocchia S. Maria Assunta della Cattedrale di Fano, ha vissuto la formazione cristiana in parrocchia, poi gli studi scientifici e i primi anni di lavoro in uno studio di geometra.


Grazie all’accompagnamento costante, silenzioso e paterno del suo parroco don Luciano, Francesco ha saputo apprezzare la bellezza e ricchezza della preghiera, della fedeltà all’Eucaristia, dell’adorazione. Elementi tutti che lo hanno incoraggiato nella scelta di servire i più piccoli mediante la realtà dello scautismo, entrando a far parte del gruppo FSE di Fano, nel riparto nautico. Lo scautismo ha raffinato e reso più determinata la scelta di consacrarsi al Signore entrando nel Pontificio Seminario Marchigiano in Ancona. Da seminarista ha svolto servizio pastorale nella sua parrocchia di origine, la Cattedrale, e ultimamente presso la parrocchia di S. Cristoforo. Chi conosce Francesco apprezza di lui diversi elementi, tra i quali la compostezza, la riflessione ponderata, il suo essere dinamico e nel contempo pratico grazie anche alla dimensione scout, la sua profondità di preghiera e spiritualità.


Nell’Angelus di domenica scorsa Benedetto XVI, a proposito del rapporto tra angeli e i sacerdoti aveva detto: "Certo, rimaniamo per natura uomini e donne, ma riceviamo la missione di “angeli”, messaggeri di Cristo: viene data a tutti nel Battesimo e nella Cresima. In modo speciale, attraverso il Sacramento dell’Ordine, la ricevono i sacerdoti, ministri di Cristo; mi piace sottolinearlo in quest’Anno Sacerdotale". Il Vescovo, come Padre di questa Diocesi, e tutto il Presbiterio – conclude don Ruggeri – accoglie con gioia Francesco quale giovane diacono e prossimo sacerdote, assicurandogli la costante preghiera, stima, affetto, corresponsabilità nel ministero.






Questo è un articolo pubblicato il 09-04-2010 alle 17:19 sul giornale del 10 aprile 2010 - 926 letture

In questo articolo si parla di chiesa, religione, Diocesi di Fano, sacerdozio, francesco londei





logoEV