Semaforo pedonale a chiamata in via Cavour: la prossima settimana l’accensione

Fano 08/04/2010 - E’ stato acceso per un’ora il semaforo pedonale a chiamata di via Cavour, questa mattina mercoledì 7 aprile 2010, in presenza dell’assessore alla Viabilità Michele Silvestri, del comando di Polizia Municipale, del dirigente del settore Traffico, Gino Roberti e della direttrice della Viabilità Ilenia Santini.

“Abbiamo voluto fare un test prime di attivare il semaforo per evidenziare e risolvere le possibili criticità che avrebbero potuto presentarsi dato che non esiste un manuale delle istruzioni, ma anzi ogni semaforo ha le sue tipicità ed è possibile eliminarle soltanto tramite la loro individuazione. In particolare la nostra attenzione si è focalizzata sul tempo di attraversamento dei pedoni, che abbiamo costatato essere di 23 secondi per dare la possibilità anche alle fasce deboli di attraversare agevolmente, sul numero di volte in cui le auto si devono fermare e come garantire una maggiore sicurezza ai pedoni. Riguardo a quest’ultimo punto abbiamo inoltre constatato che se dal lato dell’edicola, (quello del parcheggio Sferisterio) lo spazio per i pedoni che attendono di attraversare la strada è abbondante, non è così invece nell’altro, (nel lato panificio) in cui è molto ristretto, tanto che i pedoni, specie se numerosi sono costretti ad attendere in strada e questo è pericoloso. Per risolvere il problema abbiamo pensato di mettere in sicurezza l’area per mezzo di transenne aumentando così lo spazio utile”.


Un’altra delle migliorie riguarderà l’incremento della segnaletica di avviso: “Faremo stampare dei nuovi e chiari cartelli che spiegheranno che si tratta di un semaforo a chiamata e che è necessario schiacciare il bottone e attendere che diventi verde. Uno dei problemi maggiori infatti è proprio quello di fare conoscere e abituare i cittadini a questi cambiamenti”. Dalla prossima settimana dopo aver messo in pratica queste migliorie il semaforo pedonale sarà attivato definitivamente ma l’assessore Silvestri e l’ufficio tecnico non lasceranno soli i cittadini: “Nei primi tempi saremo presenti per spiegare alle persone il cambiamento avvenuto e soprattutto per aiutare le fasce deboli, come ad esempio gli anziani ad attraversare la strada, spiegandogli il funzionamento del semaforo”. Dopo il semaforo pedonale di via Cavour si passerà al semaforo della Liscia e successivamente a quello di Porta Maggiore.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-04-2010 alle 19:27 sul giornale del 09 aprile 2010 - 1624 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, comune di fano, semaforo





logoEV
logoEV