Il comitato 'Comitato Sassonia Sud' interviene sul problema erosione

spiaggia Marotta 3' di lettura Fano 07/04/2010 - Gli sviluppi, apparentemente positivi, avuti al Ministero dell’Ambiente circa il problema dell’erosione a Sassonia sud, in cui si attende per il 15 Aprile la firma dell’accordo tra Ministero-Regione riguardo gli interventi e il reperimento dei fondi, ci hanno lasciato molto perplessi e preoccupati,

perché il problema è inquadrato sotto un aspetto di intervento strutturale che ha dei tempi lunghi ed incerti e non ha la sicurezza dei finanziamenti mentre, visto che la Pubblica Amministrazione ha sancito che su quest’area è in pericolo la vita umana, si dovrebbe parlare di intervento rapido eseguito in risoluzione dello stato d’emergenza presente sull’area.


Ad oggi nulla è cambiato e nulla è stato deciso: non sappiamo la data del possibile inizio dei lavori e, soprattutto, nemmeno se saranno concessi i finanziamenti necessari agli interventi. Tutto questo è assolutamente inaccettabile. Per questi motivi abbiamo nuovamente chiesto ed ottenuto un incontro con il Prefetto Dottor Alessio Giuffrida, il VicePrefetto Vicario Dottor Paolo De Biagi e il Capo Gabinetto della Prefettura Dottor Clemente Di Nuzzo. Sulla base di una lunga lettera, precedentemente da noi inviata e che riassumeva in maniera esaustiva la delicata situazione attuale, è iniziato il dibattito in cui si è evidenziato come, allo stato attuale delle cose appunto, non esista nessuna certezza riguardo il possibile inizio dei lavori. Altro aspetto discusso oltre alla mancanza di barriere flangiflutto efficaci a protezione delle case di civile abitazione, con un reale pericolo per la sicurezza e l’incolumità delle persone residenti, è stato la necessità della messa in sicurezza della strada di Via Ruggeri.


L’ultimo fortunale del 9 marzo ha determinato grossi danni strutturali sulla strada e, nella parte sud a ridosso del pennello, la stessa si presenta letteralmente scavata, e la scogliera radente posta a protezione della stessa è pericolosamente franata su più punti. Come supporto tecnico abbiamo contattato un’importante multinazionale che si occupa di lavori costieri che ha redatto un progetto di pre-fattibilità per mettere in sicurezza il tratto stradale in questione e l’abbiamo consegnato al Prefetto.


Il Prefetto ha dimostrato di avere molto a cuore questa vicenda e, sin dal nostro primo colloquio, la segue con molto scrupolo, attenzione e diligenza, ed ha ribadito che la Prefettura sta valutando attentamente tutti gli sviluppi del caso e non permetterà ritardi ingiustificati. Determinato, al termine del nostro incontro, ha dichiarato che, subito dopo l’insediamento della nuova Giunta Regionale, provvederà ad organizzare un incontro in Prefettura dove dovranno essere presenti: Regione Marche, Comune di Fano, Comitato Sassonia Sud. L’importante incontro è programmato per il prossimo mese di Maggio.


Nell’incontro le Istituzioni dovranno fornire, direttamente alla presenza del Prefetto, un percorso definitivo e sicuro riguardo il reperimento delle risorse finanziarie necessarie agli interventi, improrogabili ed urgenti, atti a determinare la fine dell’emergenza erosione su Sassonia sud.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-04-2010 alle 11:20 sul giornale del 08 aprile 2010 - 780 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, spiaggia marotta!, comitato sassonia sud