Vergoni: Solazzi confermato con un plebiscito

Enrico Vergoni Fano 06/04/2010 - Domenica e lunedì i cittadini del nostro comune hanno scelto ancora una volta Vittoriano Solazzi come loro rappresentante, eleggendolo con un plebiscito (1032 preferenze) che ricalca quello di 5 anni fa.

Le elezioni regionali, proprio per le molte competenze attribuite dalla riforma del titolo V della Costituzione datata 2001, assumono ormai una valenza fondamentale perchè ormai all’ente Regione sono demandate funzioni che toccano da vicino la quotidianità del cittadino: dalla sanità al lavoro e formazione professionale,passando per le politiche energetiche fino alla famiglia e alla promozione del territorio. Il nostro rappresentante in regione in questi anni si è prodigato molto per la nostra realtà: casa della salute a Mondolfo (pronta per la metà dell’anno venturo), inserimento di Marotta nel piano regionale dei porti (passo decisivo per la realizzazione), ripascimento delle coste, bandiera Blu e altro. Certo alcuni diranno che non è abbastanza, che c è ancora molto da fare, ma 5 anni fa quando il nostro sindaco è stato eletto anche questo non sembrava forse irrealizzabile?


Ricordo le faccie scoraggiate quando si parlava del recupero del Bartolini o i sorrisi quando si affrontava la questione dell’approdo turistico. Ovvio che le cose da fare sono molte partendo dal portare ad Ancona la drammaticità della nostra situazione occupazionale: dare una speranza concreta alle troppe famiglie che travolte dalla crisi lottano con le bollette riempendo le righe del calendario di scadenze, ma anche ridisegnare la geografia produttiva della zona perchè la crisi non ha cancellato solo posti ma anche luoghi di lavoro e competenze professionali che non si trasmettano più ai nostri ragazzi; le troppe famiglie che al di là degli slogan inneggianti alla famiglia rimangono soli e restano sempre più indietro soprattutto le mamme perchè alla fine sono sempre le donne che pagano di più i ritardi e le lacune della politica. Si potrebbe parlare della viabilità e dei collegamenti stradali da terzo mondo, dei nostri operatori turistici che ogni anno nel nostro lungomare rischiano tutti pur di seguire il loro sogno che è anche il nostro supplendo a quello che il comune non può fare.


Per tutto questo c’è bisogno di una politica sovra comunale di cui la regione sia sorgente e di essere rappresentati nel governo dell’Ente, quì non si tratta di destra o di sinistra oppure di Mondolfo contro Marotta (ancora!) ma di una comunità che nel suo insieme ha espresso un voto unito per chi, al di là degli errori che inevitabilmente possono intercorrere, ci ha sempre rappresentato senza mai tirarsi indietro. Questo responso condanna poi inevitabilmente anche il Pdl, inchiodato al 28% che nel nostro comune ha incentrato tutta la campagna elettorale contro Solazzi addebitandogli tutto e il contrario di tutto e lancia il Partito Democratico forte di ben 2220 voti pari al 40 % per la volata che ci vedrà vincenti alle comunali del prossimo anno.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-04-2010 alle 17:45 sul giornale del 07 aprile 2010 - 2011 letture

In questo articolo si parla di mondolfo, elezioni, politica, marotta, enrico vergoni, Vittoriano Solazzi, marotta unita


UN GRANDE PLEBISCITO ??? <br />
REGIONALI 2005 SOLAZZI 1412 PREFERENZE A MONDOLFO<br />
REGIONALI 2010 SOLAZZI 1032 PREFERENZE A MONDOLFO: <br />
<br />
LA MATEMATICA E' DIVENTATA UN OPINIONE ???

... Hanno vinto quelli di là o quelli di qua?<br />
Ma la battaglia del Metauro non era finita?<br />
A noi cittadini, di sicuro, "restano" i problemi se non si daranno da fare tutti e tutti insieme.<br />
Buon lavoro!




logoEV