Marotta: circonvallazione, una marcia di protesta per sollecitare Autostrade

2' di lettura Fano 06/04/2010 - Il Comitato pro Marotta unita organizza per sabato 17 aprile 2010 una grande manifestazione di protesta in merito al progetto di circonvallazione di Marotta che la Soc. Autostrade dovrebbe realizzare, come opera compensativa, nell’ambito dei lavori di ampliamento delle corsie autostradali sulla A 14.

Quest’opera ormai diventata estremamente necessaria per l’abitato di Marotta, è stata richiesta e concordata dal Comune di Mondolfo fino al limite del suo territorio, ma non dai Comuni di Fano e San Costanzo. Anche se la richiesta di prolungamento è stata successivamente avanzata da questi Comuni, non c’ è più stata la disponibilità della Soc. Autostrade. La situazione attuale, prevede che il traffico defluisca attraverso via della Vecchia Osteria che non garantisce nemmeno due corsie di transito. Una via senza possibilità di ampliamento con una strozzatura proprio nel tratto più vicino alla Strada Statale 16 all’altezza di piazza Kennedy. La manifestazione consiste in una marcia di protesta, con un corteo che partirà dal palazzetto dello sport “I Tre Ragazzi” alle ore 15.30, per andare prima al Casello Autostradale e poi verso il confine dei tre Comuni ed in via della Vecchia Osteria fino a Piazza Kennedy. Vogliamo sollecitare la Soc. Autostrade a rivedere la sua posizione perché oltre alle amministrazioni locali c’è anche tutta la cittadinanza che non può accettare un’ opera che dovrebbe essere chiusa appena ultimata e che invece potrebbe essere completata con un prolungamento di appena 2 km circa.


E’ importante far sapere a tutti che questa circonvallazione, un’ opera che se non completata adesso non sarà più realizzata in futuro, andrebbe ad alleggerire in maniera determinante il traffico dalla Statale 16, l’intasamento che si crea all’ altezza del semaforo e le lunghe code che si formano specialmente d’estate. Si avrebbe così una forte riduzione di inquinamento acustico ed atmosferico, di sostanze nocive emesse dai motori che hanno serie ripercussioni su ambiente e salute, con polveri sottili che provocano gravi disturbi alla salute pubblica a tutti coloro che gravitano lungo la Nazionale. Chiediamo la collaborazione di tutte le associazioni, economiche, culturali e sportive perchè ci aiutino a dare una spinta determinante al buon esito della soluzione di questo problema. Ribadiamo comunque che la causa principale di questa incongruenza resta la divisione amministrativa, che può essere superata solo con l’ unificazione di Marotta.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-04-2010 alle 18:22 sul giornale del 07 aprile 2010 - 670 letture

In questo articolo si parla di attualità, autostrada, marotta, Comitato Pro Marotta Unita e piace a bridgestone





logoEV
logoEV