'Carta della Terra-Biodiversità', convegno nell'Eremo di Monte Giove

eremo monte giove Fano 06/04/2010 - Sabato 10 aprile presso l'Eremo di Monte Giove a Fano si terrà un convegno dal titolo: "Carta della Terra- Biodiversità, tra etica religione e scienza".

Il convegno, organizzato dalla Federazione Nazionale Pro Natura, vuole celebrare l'Anno Internazionale dedicato alla Biodiversità affrontando l'argomento da più punti di vista, oltre quello strettamente scientifico. Il convegno ha ricevuto il patrocinio del Comune di Fano, della Provincia di Pesaro e Urbino, della Regione Marche e dal Ministero dell'Ambiente.


La Carta della Terra è il prodotto di un dialogo decennale, mondiale, interculturale su obiettivi e valori comuni. Il progetto della Carta della Terra iniziò nell’ambito delle Nazioni Unite, ma venne portato avanti e completato da un’iniziativa della società civile. La Carta della Terra venne finalizzata e quindi lanciata come “Carta” nel 2000 dalla Commissione della Carta della Terra, un organismo internazionale indipendente. Il testo finale della Carta della Terra, che venne approvato nel corso di un meeting della Commissione presso il quartier generale dell’UNESCO, a Parigi, nel 2000, contiene una prefazione, 16 principi fondamentali, 61 articoli e una conclusione intitolata “Uno sguardo al futuro”.


La prefazione afferma che “siamo un’unica famiglia umana e una comunità della Terra con un destino comune” e la Carta della Terra esorta ognuno a riconoscere la propria comune responsabilità, secondo le proprie inclinazioni e capacità, per il benessere dell’intera famiglia umana, importante luogo di vita comunitaria, e delle future generazioni.

Info: http://www.cartadellaterra.it/


Tempi del convegno:


Ore 9:00

Introduzione al seminario di Valter Giuliano Presidente Federazione Nazionale Pro Natura


Saluto delle Autorità


Corrado Maria Daclon Focal Point italiano Carta della Terra

La Carta della Terra 10 anni dopo


Enzo Fortunato Sacro Convento di Assisi

Il valore del messaggio di San Francesco per la natura e l’ambiente


Spazio libero alla riflessioni degli studenti


Salvatore Frigerio Eremo di Monte Giove

Il Codice Forestale Camaldolese


Vincenzo Caputo Università Politecnica delle Marche

Infinite forme bellissime: evoluzione e diversità della vita


Ore 13:00

Pranzo


Ore 15:00

Ripresa lavori


Roberto Danovaro Università Politecnica delle Marche

Mare nostrum: Hot Spot di Biodiversità


Alessandro Andreotti ISPRA (ex INFS)

I piani d’azione quali strumento di conservazione per le specie minacciate: il caso degli uccelli


Vittorio Ducoli Direttore Parco Nazionale d’Abruzzo

Il ruolo delle aree naturali protette per la tutela della biodiversità: l’esempio del Parco Nazionale d’Abruzzo


Maria Balsamo Università degli studi di Urbino

Biodiversità: conoscerla per proteggerla


Edoardo Biondi Università Politecnica delle Marche

La gestione della biodiversità: Rete Natura 2000


Ore 18:30

Conclusioni






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-04-2010 alle 16:47 sul giornale del 07 aprile 2010 - 776 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di cultura, biodiversità, eremo monte giove, Pro Natura Marche





logoEV