Andreoni (PD): \'Latini moderato? Non ha durato molto la sua facciata\'

2' di lettura Fano 05/03/2010 - Un amministratore dovrebbe ringraziare le persone che in modo disinteressato si prendono cura nel tempo libero dei problemi della città,  nei suoi aspetti ambientali, sociali e non attaccarli o peggio ancora minacciarli con  denunce e previsioni di richieste di risarcimenti danni, così come sta facendo il rappresentante coordinatore dell\'API, nonchè capo staff delle liste Simoncini&Latini.

Con la nota strafottenza tipica del mondo della destra ( e devo chiedere scusa in questa occasione alla destra quella che si manifesta e si dichiara come tale), Latini quando è a corto di argomentazioni attacca il mondo intero.

E\' quanto sta accadendo per la vicenda delle indagini mosse dalla Procura verso le attività urbanistiche dell\'Amministrazione Simoncini&Latini e in particolare a riguardo la costruzione dell\'ex palazzo Viglietti.


A Latini in un attimo gli si sfalda la tinta di \"moderato\" appositamente modellata per il prossimo, imminente appuntamento elettorale. Non accetta critiche e contestazioni, e attacca Brandoni segretario di R.C., non ha mezze parole verso la sottoscritta Capogruppo del PD che ha riportato le interrogazioni e i verbali del Consiglio Comunale e bolla ancora una volta come falsi i tanti rilievi mossi dalla Provincia. Se la prende con il Comitato cittadino costituitosi per la difesa del territorio osimano, Codat, definendolo addirittura \"fantomatico\".


Ma quando mai e in quale parte del mondo si assiste a questo indegno spettacolo, tutto osimano, di un ex sindaco (con pretese ad ambiziosi ruoli istituzionali) che dà addosso con il linguaggio e i modi che si possono leggere su VivereOsimo odierno, un gruppo di persone, comitati cittadini, costituitisi per partecipare alla vita culturale, sociale di una comunità cittadina ?


E\' il nostro stesso Statuto Comunale nei suoi principi generali a prevedere la partecipazione dei cittadini alla vita sociale del comune, al fine - come recita l\'art. 38 - di assicurare il buon andamento, l\'imparzialità, e la trasparenza.

Un amministratore dovrebbe ringraziare le persone che in modo disinteressato si prendono cura nel tempo libero dei problemi della città, nei suoi aspetti ambientali, sociali e non attaccarli o peggio ancora minacciarli con denunce e previsioni di richieste di risarcimenti danni, così come sta facendo il rappresentante coordinatore dell\'API, nonchè capo staff delle liste Simoncini&Latini. E questi attacchi e minacce per cosa ? Perché il \"famigerato comitato\" si sta occupando della \"cosa pubblica\" ? Perché il Comitato si è occupato e si sta interessando al nostro ambiente e al nostro paesaggio? e/o dell\'aria che respiriamo, come anche fa il Comitato \"SenzatestasenzaBitume\" di Passatempo ?


Tanta arrabbiatura e parole di veleno, perché il Comitato cittadino costituitosi per la difesa del territorio osimano difende con i civili mezzi e strumenti giudiziari, la legalità in Osimo ? il rispetto di norme e dei regolamenti edilizi ?
Voglio porgere al Comitato Cittadino per la difesa ambiente e territorio tutta la mia solidarietà e vicinanza. Voglio inoltre esprimere a tutte le LIBERE ed AUTONOME Associazioni Osimane presenti e vive nella nostra comunità un ringraziamento per la loro attività preziosa e generosa, attività che rappresenta un atto di amore verso la città e noi, suoi abitanti.

da Paola Andreoni
Presidente Consiglio Comunale Osimo





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-03-2010 alle 17:16 sul giornale del 06 marzo 2010 - 4324 letture

In questo articolo si parla di politica, osimo, partito democratico, paola andreoni, stefano simoncini, dino latini, palazzo Viglietti, codat


Da <B>Demetrio</b><br />
Siamo alle solite, in piena campagna elettorale, i nostri candidati invece di parlare di programmi di soluzioni propositive ai tanti problemi che travagliano l’insieme del nostro vivere, “litigano” su un pugno di metri cubi di cemento in più o in meno (come dice Mosca). Certo, la cosa è sotto gli occhi di tutti, il progetto è stato sotto gli occhio di tutti (essendo pubblico) e chiunque ne avesse avuto interesse avrebbe potuto vagliarlo prima che i lavori iniziassero. Non saremmo arrivati ad avere quella costruzione “diversa”, avremmo un contenzioso in meno, contenzioso che si risolverà o con la permanenza dello scheletro per anni, o il termine dei lavori con un “sovra prezzo” che prima o poi qualche condono farà pagare.<br />
Il pensar male .. , forse che lo stesso progetto di ampliamento o innalzamento di locali dell’altra sponda ha fatto si che si “soprassedesse” alle piccolezze del palazzo Viglietti con la speranza che nulla fosse eccepito? Se palazzo Viglietti fosse costruito dove è costruita la casa del popolo e quindi meno in vista, avrebbe causato lo stesso trambusto? Se la casa del popolo fosse stata al posto del palazzo Viglietti ci sarebbero state le stesse reazioni? Ritengo che se la magistratura appurerà irregolarità, si dovrebbe procedere all’abbattimento della struttura per ricostruirla nelle dimensioni e stile originali punendo chi ha sbagliato. Quello che è penoso è il fatto che tutto gira intorno ad interessi di bottega dall’una e dall’altra parte, ognuno alza i toni a seconda delle convenienze, poi vediamo che Caino abbraccia Abele che Annibale gioca con Asdrubale e Antonio si fa sempre prendere all’amo da Cleopatra. E’ vero che in amore come in politica tutto è permesso, ma davanti al fatto di trovarsi “compagni di viaggio” chi fino a ieri era il diavolo fatto persona, doveva avere una risposta diversa, mettendo da parte ambizioni o altro facendo invece prevalere la coerenza e non altre cose alle quali l’elettore non sa dare risposte anche se le intuisce.. Davanti a tutto questo spettacolo, noi, popolo guardiamo assistiamo e diamo loro l’avallo a continuare su questa strada accapigliandoci per far dar loro la nostra preferenza. Quello che mi preoccupa è che a volte debbo dare ragione a Roberto Lampa ma su questa parte politica, non ho riscontri in Osimo sul suo modus operandi. Infine, non sparate sul pianista, attendiamo i riscontri della magistratura solo dopo potremo dire. E se l’ingegnere fosse scagionato? <br />
<br />
Demetrio

Caro Demetrio, non concordo. Per quanto mi riguarda quel pugno di metri cubi rappresenta il simbolo di un programma. Un pugno di metri cubi di quà, un pugno di metri cubi di là ed alla fine le Marche sono diventate la regione che nelle ultimi vent\'anni ha cementificato più che altrove. Palazzo Viglietti E\' il programma. E chi non è daccordo con quel programma e ne ha un altro da proporre è giusto che si faccia sentire. Ma a questo proposito, avrei anche da dire su Paola Andreoni. Cara Paoletta, meravigliata da Latini? Il suo percorso politico è quello di un uomo di provenienza di destra che poi si sposta verso l\'area moderata di centro. Basta guardare lo splendido decreto legge ad hoc che ha appena firmato il centro destra, per aggirare la legge sulle elezioni regionali, per capire di che pasta sono fatti questi \"moderati\" di centro-destra. Anzi di destra-destra ed un po\' di centro, giusto un po\' per innaffiare e far crescere l\'elettorato meno colto ma maggioritario. Di che meravigliarsi? Ecco, appunto, lei Paoletta, si meraviglia troppo, un po\' come \"Alice nel paese delle meraviglie\". E forse confusa da questo meravigliarsi, prima critica l\'eccessiva cementificazione di Latini e delle liste civiche e poi finisce per allearsi, alle comunali di Osimo, con partiti moderati che hanno lo scudo crociato come simbolo (ben 2 al ballottaggio) vicini agli appaltatori di Caltagirone. Ed allo stesso modo prima critica Latini e poi alle regionali finisce per essere sua alleata. La prego, Paoletta, la smetta di meravigliarsi e con lei anche il PD. Stesso discorso vale per l\'IDV, Di Pietro sbraita a destra ed a manca ma poi si allea con l\'UDC di Caltagirone e Cuffaro o con De Luca in Campania.<br />
Un plauso a sinistra e libertà che dimostra che non è mai troppo tardi. Dopo essere andati, alle elezioni comunali, a braccetto con il PD e con le due liste con lo scudo crociato già citate, si sono pentiti ed alle regionali si presentato con un ottimo candidato di sinistra che è Massimo Rossi, esponente di Rifondazione Comunista, che in tutto questo valzer è rimasta sempre dov\'è stata coerente con se stessa e con gli elettori che gli hanno dato fiducia (perlomeno qui in Osimo).

IL POPOLO DELLA LIBERTA’ RICORDA A PAOLA ANDREONI CHE DINO LATINI E’ UN SUO ALLEATO PER LE PROSSIME ELEZIONI REGIONALI; la “Signora dei No”, quindi, anziché fingere di attaccarlo (come sulla vicenda di Palazzo Viglietti), dovrebbe fare una bella conferenza stampa con lui (Latini) e spiegare a tutti gli Osimani qual è il programma del loro comune candidato Governatore; per esempio, in tema di edilizia locale osimana.

Vorrei ricordare al Pd e alla Sig.Andreoni che loro sono gli alleati di Latini,che loro hanno condiviso un programma regionale e condividono l\'appoggio allo stesso candidato Spacca. Vuole che il popolo partecipi alla vita sociale e culturale e vigilare democraticamente?<br />
Cominciate voi ad essere democratici e mi spiego subito. Domenica è venuto nella vostra sede il governatore Spacca e dopo 20 minuti di autocelebrazione di 5 anni del miglior governo regionale nelle Marche,alla fine ho chiesto(l\'unico nella sala) di poter fare 3 domande al Governatore,che mi ha dato la parola,ed erano: 1-Come concilia la sua politica e quella centrale del Pd con quella del Sig.Latini? 2-Come concilia l\'energia pulita,la scuola pubblica e l\'acqua pubblica con il programma nazionale dell\'Udc,che è favorevole al nucleare e alle privatizzazioni di scuola e acqua? 3-Governatore,lei ha detto che sono stati i migliori 5 anni di governo regionale nelle Marche,posso condividere,ma lo avete passato con la sinistra accanto,perchè,se un governo è andato benissimo,non li avete voluti scegliendo l\'udc e Latini? <br />
Le risposte sono state evasive,come da prassi ed era immaginabile,visti gli inciuci,ma quello che mi ha lasciato di sasso è stata la vostra poca democraticità,in quanto,un esponente locale del Pd,lei Sig.Paola sa benissimo chi è,apostrofava il mio intervento,pensando non sentissi,con questa frase:\"Ma perchè questo non si toglie dai c....oni?\".<br />
Le sembra questo un modo democratico di far partecipare in modo civile il popolo? Volevo solamente dei chiarimenti dal Governatore non avendo capito le scelte fatte dal Pd,essendo un uomo di sinistra,volevo solamente capire!Le domande le ho rivolte con educazione in una assemblea pubblica e l\'art.21 della Costituzione me lo consente, mentre quel che ha detto il vostro rappresentante non mi sembra nè democratico,nè educato,anzi...<br />
Tragga lei Sig.Andreoni e tutto il Pd locale le conclusioni.<br />
Ormai il berlusconismo e il ghedinismo ha invaso qualsiasi settore della politica,se uno dissente educatramente o chiede chiarimenti,come è giusto fare,viene apostrofato con insulti. Vi lamentate degli altri? Meditate...meditate...<br />
Cordiali saluti...<br />

Uno che ha incontrato Latini

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Per chi non lo avesse già letto, segnalo il seguente articolo apparso su \"Il Fatto Quotidiano\" del 2 marzo scorso:<br />
<br />
http://antefatto.ilcannocchiale.it/glamware/blogs/blog.aspx?id_blog=96578&id_blogdoc=2448185&title=2448185

Commento sconsigliato, leggilo comunque