Viale Gramsci: la strada.. dei pali!

1' di lettura Fano 25/02/2010 - E\' una delle principali porte d\'ingresso a Fano, costeggia per larga parte il centro storico ospita annualmente la principale manifestazione della città. Ma pochi alberi e un fiorire di pali anche senza cartelli la rendono sgradevole e davvero poco accogliente Viale Gramsci.

Ad un primo sguardo anche distratto lo stato del principale viale di Fano è decisamente chiaro: numerosissimi pali, denti d\'acciaio che spuntano dalle aiuole mal tenute, \"ingabbiano\" i pochi alberi presenti. La vista per chi passa per la prima volta in questa strada è tutt\'altro che piacevole. Per chi, in tantissimi, percorre invece ogni giorno questo viale forse la situazione è ormai normale e accettata.

\"E\' diventata man mano la strada del pali\" osserva anche Gianluca Bedini che ha un esercizio commerciale proprio sulla via. E i numeri ne sono la prova: ad un conteggio forse non perfetto ma significativo si hanno una sessantina tra pali che sorreggono cartelli di indicazioni stradali e semafori (alcuni non utilizzati come quelli all\'incrocio con l\'inizio di via Garibaldi), più di 20 pali che non reggono indicazioni o cartelli, solo una quarantina gli alberi presenti (venti per lato del viale). Soprattutto all’angolo con via Negusanti si assiste poi ad un proliferare di pali che non assolvono a nessun “servizio”.


Se passando, una mattina delle tante, provassimo a guardare al principale viale della città con sguardo ingenuo e occhi da turista ci accorgeremo ancora di piccoli accorgimenti che, con poco impegno, abbellirebbero la città.








Questo è un articolo pubblicato il 25-02-2010 alle 13:50 sul giornale del 26 febbraio 2010 - 1143 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, viale gramsci





logoEV
logoEV