L\'Idv all\'attacco: \'Il Pd è in letargo\'

Italia dei Valori 24/02/2010 - Mentre a Roma Bersani fatica a rilanciare il suo partito e a costruire insieme a noi e ad altre forze una opposizione alternativa e credibile, il Partito democratico a Fano è praticamente scomparso.

Dopo la dura sconfitta delle ultime elezioni comunali, invece di reagire e aprirsi all’esterno, si è imprigionato nelle sue beghe interne. Prima le primarie per scegliere il Segretario nazionale e fin qui passi; poi la sterile unanimità nella scelta del Segretario cittadino Fanesi del quale si odono solo i silenzi; infine la consultazione dentro e fuori il partito per indicare il candidato fanese per le Regionali.


Carnaroli stravince, ma siccome può essere un fastidio per qualcuno viene sostituito con l’innocuo e pressoché sconosciuto Marchegiani. Non ci fossero Ricci in Provincia e Ceriscioli a Pesaro si direbbe che il PD è in vacanza. Intanto a Fano l’Amministrazione di centro-destra non ne azzecca una, ma il PD non vede, non sente, non parla. Il “ flop “ dell’ex caserma Paolini ? Non se ne accorge ! I soldi buttati per un aeroporto inutile ? Silenzio assoluto ! La variante per i capannoni dell’ex zuccherificio ? Poco più di un lamento ! Il mancato proseguimento dell’interquartieri ? Staremo a vedere ! Una colata di cemento a Carignano ? Che volete che sia !


La nuova struttura per anziani a San Lazzaro pronta da un anno e ancora chiusa ? Ci vuole pazienza ! La nuova super car BMW del Comune da 65.000 euro ? Non l’abbiamo vista ! Le mareggiate che si mangiano viale Ruggeri ? Tranquilli tra poco arriva l’estate ! Un paio di cento euro negati a 500 dipendenti comunali ? Buoni, ne sono stati dati 130.000 a 15 Dirigenti e 200.000 ai portaborse! Forse sarebbe ora di darsi una mossa, o no ?





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-02-2010 alle 12:14 sul giornale del 25 febbraio 2010 - 2036 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, italia dei valori, Idv Fano


Letargo?<br />
Allora c\'è sperenza per un risveglio...

oscar ascenzi

Commento sconsigliato, leggilo comunque