Il Movimento Radicalsocialista sta con i pescatori fanesi

thomas olivieri 1' di lettura Fano 18/02/2010 - Abbiamo appreso con sgomento che ai pescatori fanesi sarà applicato un canone per poter ormeggiare i loro pescherecci nel Porto di Fano.

A pensar male si fa peccato diceva qualcuno, ma quasi sempre ci si azzecca. Crediamo, infatti ci possa essere una logica dietro a tutto ciò che sta accadendo ai nostri poveri amici pescatori.


Il dragaggio del porto che viene ritardato di anno in anno, (e non ci dica la Giunta che è colpa della Regione), il balzello ad appannaggio di Marina Group, ciliegina sulla torta il nuovo PRG del porto che aprirà a nuove lottizzazioni, che vedranno nascere negozi, ristoranti, capannoni. Via i pescatori e largo quindi agli yacht dei nababbi fanesi e pesaresi dunque. Saremmo lieti, comunque, di prendere nota di tutte le imbarcazioni che saranno ormeggiate e poi faremo un\'indagine per vedere quanto dichiarano i proprietari degli yacht. E\' di ieri infatti la notizia che 1 italiano su 4 si dichiara nullatenente o quasi, chissà magari ne pizzicheremo qualcuno anche a Fano, che però ha un bel panfilo da 25 metri ormeggiato in banchina.


Noi del Movimento Radicalsocialsta saremo a fianco delle poche marinerie fanesi rimaste, convinti che la pesca sia un settore da rivalutare e da potenziare. Abbiamo già lasciato buona parte del settore agroalimentare ai nostri cugini d\'oltralpe, ora vogliamo comprare anche le seppie e le canocchie da loro?


da Thomas Olivieri
Movimento Radicalsocialista




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-02-2010 alle 16:29 sul giornale del 19 febbraio 2010 - 541 letture

In questo articolo si parla di politica, Thomas Olivieri





logoEV