Diotallevi: Solazzi vicino a te? No grazie, vogliamo le scogliere

3' di lettura Fano 16/02/2010 - La scorsa settimana sono state esposte a Sassonia di Fano circa una ventina di striscioni e lenzuola bianche per protestare contro la Regione Marche.

I residenti si lamentano perché le istituzioni fino ad oggi non hanno fatto nulla per difenderli dall’erosione marina che mangia le loro strade e arriva fino alle loro case. Noi di Marotta esprimiamo solidarietà agli amici di Fano e ci uniamo alla loro contestazione esponendo anche noi i nostri striscioni di protesta per avere finalmente nuove scogliere su tutta Marotta. La nostra situazione infatti non è meno grave e da anni noi, i bagnini e i cittadini combattiamo insieme questa battaglia. Noi però abbiamo ben chiaro che avere in Regione un marottese, Vittoriano Solazzi, non è servito a nulla. L’ assessore regionale vanta, ahinoi, un lungo elenco di sopralluoghi e promesse mai mantenute che stonano con lo slogan elettorale “Solazzi, Vicino a te ! “ con il quale ha tappezzato la nostra città.


Ci permettiamo di ricordargli che la spiaggia di Marotta è in più punti ormai sparita e che le scogliere non funzionano e anche le recenti mareggiate hanno continuato l’opera di distruzione. Lo scorso anno, per “svegliare” la Regione Marche, che aveva stanziato con Bando Regionale una miseria per un intervento parziale e inutile solo in zona “ LE VELE “, avevamo promosso una grande raccolta di firme (2200 in una settimana, comprese quelle dei bagnini!) poi consegnate dal Consigliere Regionale D’Anna all’Assessore Carrabs ( se ne occupò anche il TG3 !!!). Solo dopo aver visto il movimento di protesta, Solazzi prometteva di risolvere tutto con il ricarico delle scogliere anche sulle parti escluse dal bando regionale. Il risultato ? Solo dei miseri lavori di chiusura dei varchi tra le scogliere e problema oggettivamente irrisolto: tirando le somme Marotta è alla deriva, si sono sprecate risorse pubbliche e le presenze turistiche calano vertiginosamente. Abbiamo chiesto più volte di avere quanto prima la possibilità di un incontro con tecnici e assessori regionali ( come accaduto con il Comitato Sassonia ) per avere finalmente risposte concrete ed un nuovo progetto organico ma nessuna risposta è giunta né dall’assessore Solazzi né dalla Regione Marche.


D’altra parte la Regione Marche, oltre a fare lo scaricabarile sul Governo, nell’ultimo bilancio ha stanziato per far fronte l’emergenza erosione marina 2.850.000 euro, una cifra del tutto insufficiente. Il Consigliere Regionale D’Anna ha anche proposto in sede di bilancio un emendamento teso ad incrementare gli stanziamenti in questione di altri 2 milioni di euro proprio per intervenire anche nella zona di Fano e Marotta, ma l’emendamento è stato bocciato dal Consiglio Regionale. Ci permettiamo di suggerire all’assessore alla cultura Vittoriano Solazzi che i problemi si risolvono a monte e non con uno Spot costato 1.785.000 Euro: la situazione della spiaggia di Marotta è una sconfitta per lui e per tutti i marottesi e mondolfesi che lo hanno sostenuto.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-02-2010 alle 19:13 sul giornale del 17 febbraio 2010 - 1672 letture

In questo articolo si parla di mondolfo, politica, carlo diotallevi, per cambiare, francesco bassotti





logoEV