Lisippo, Aguzzi: plauso per la coraggiosa decisione del gip di Pesaro

stefano aguzzi 1' di lettura Fano 11/02/2010 - Il Sindaco, Stefano Aguzzi, a nome della Città di Fano esprime la sua soddisfazione e il suo plauso per la coraggiosa decisione del GIP del Tribunale di Pesaro, Lorena Mussoni, che ha disposto la confisca della statua attribuita a Lisippo - \"attualmente al Getty Museum o ovunque essa si trovi\" - in quanto “Patrimonio indisponibile dello Stato Italiano”.

Per la prima volta un bronzo greco viene riconosciuto come bene inalienabile da un Tribunale della Repubblica Italiana. La statua, acquistata intorno alla metà degli anni 70 dal museo californiano Getty, era stata rinvenuta nel 1964 nel mare Adriatico a largo di Fano e attribuita a Lisippo nel 1974 in seguito all\'esame del radiocarbonio.


Il Sindaco coglie l’occasione per ringraziare l’Avvocatura dello Stato che ha difeso con professionalità il patrimonio culturale nazionale e l’Associazione Culturale “Cento Città” per aver promosso l’iniziativa giudiziaria presso la Procura della Repubblica di Pesaro.


Ora, tutti gli organi competenti dello Stato dovranno adoperarsi affinché il capolavoro scultoreo possa tornare quanto prima nella città di Fano.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-02-2010 alle 17:11 sul giornale del 12 febbraio 2010 - 2262 letture

In questo articolo si parla di fano, comune di fano, stefano aguzzi, lisippo





logoEV