Aguzzi, precisazioni sulla nuova legge finanziaria 2010

stefano aguzzi 07/02/2010 - In merito all\'interrogazione presentata dai consiglieri comunali del PD Oretta Ciancamerla, Rosetta Fulvi, Francesco Aiudi e Daniele Sanchioni si precisa quanto segue.

La nuova legge finanziaria 2010 prevede all\'art. 2, comma 183, la riduzione del contributo ordinario spettante agli Enti Locali a valere sul fondo ordinario di cui all\'art. 34, comma 1 lett. a) del D.L. n. 504/1992 per gli anni 2010, 2011, 2012.


In relazione a tali riduzioni i comuni devono adottare:
a) la riduzione del numero dei Consiglieri comunali nella misura del 20% (comma 184) il Comune di Fano avrà quindi 24 Consiglieri anziché 30;
b) la riduzione del numero dei Assessori (comma 185). Il Comune di Fano avrà 6 Assessori anziché 10;
c) soppressione della figura del Difensore Civico (comma 186);
d) soppressione della figura del Direttore Generale (comma 186);

e) soppressioni dei Consorzi di funzione tra gli Enti locali (comma 186).


Il Ministro dell\'Interno, con proprio decreto, provvede per ciascuno degli anni alla corrispondente riduzione, in proporzione alla popolazione residente del contributo ordinario spettante ai singoli Enti per i quali nel corso dell\'anno ha luogo il rinnovo dei rispettivi consigli.


Tali soppressioni quindi, opereranno ai sensi della recente modifica alla citata finanziaria con decorrenza anno 2011, SOLO per le amministrazioni comunali che saranno chiamate alle urne, nel caso del Comune di Fano dal giugno/luglio 2014.


Nel caso citato dagli interroganti quindi, nessun onere per il Comune di Fano in quanto non può operare nessun recesso ad un contratto che andrà alla sua scadenza naturale.




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-02-2010 alle 17:09 sul giornale del 08 febbraio 2010 - 924 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, stefano aguzzi