Pd: sì al fotovoltaico, no al pressapochismo

impianto fotovoltaico 2' di lettura Fano 05/02/2010 - Nel consiglio Comunale di mercoledì 3 febbraio, al momento del voto della delibera che aveva per oggetto il parco fotovoltaico a Rosciano, tutto il centro sinistra è uscito dall’aula non certo perché non condividiamo la necessità di favorire il ricorso alle energie alternative e quindi al fotovoltaico, ma perché la delibera in questione è stata portata in Consiglio Comunale senza passare in Commissione Urbanistica, ma solo in Commissione Bilancio con una procedura inspiegabilmente d’urgenza che ha impedito ai nostri rappresentanti in commissione di esaminarla e di esprimere il proprio parere.

Perché tanta fretta per una delibera che, ad ascoltare l’Assessore Severi, dovrebbe essere il fiore all’occhiello della giunta Aguzzi in materia di energia rinnovabile? In Consiglio abbiamo chiesto di rinviare l’approvazione della delibera in un prossimo consiglio, per un’analisi più attenta del progetto, ma la maggioranza ha deciso diversamente. Entrando nel merito della delibera, il progetto di parco fotovoltaico approvato in Consiglio Comunale, ha comunque poco o nulla di innovativo.


Un’Amministrazione comunale, infatti, quando propone progetti del genere, addirittura con la pretesa di porsi come “esempio virtuoso” per i cittadini, dovrebbe fare meglio, come ad esempio non “consumare” SAU ovvero superficie agricola utile, già abbondantemente occupata da fabbricati residenziali e produttivi, ma realizzare tale impianti sulle coperture di capannoni, parcheggi ed edifici pubblici. Infatti, se il progetto fosse stato realizzato da un privato, tale osservazione rischiava di essere “sterile” in quanto la legge comunque lo consente, ma dal momento che è l‘Amministrazione pubblica con una sua società partecipata a prendere l’iniziativa, tale osservazione acquista un grande valore di indirizzo in tema di pianificazione del territorio: non ci si può limitare a valutare solo la sostenibilità economica dell’investimento! Lo stesso Sindaco Aguzzi, al momento del voto, ha dichiarato: “Sono favorevole al progetto, ma avrei preferito che i pannelli fossero stati messi sui tetti”.


Della seri: predico bene, ma razzolo male. Sia ben chiaro che stiamo comunque parlando di pannelli fotovoltaici e quindi di impianti ecosotenibili, ma questa Amministrazione comunale anche quando fa delle cose che in linea di principio sono condivisibili, non perde l’occasione di dimostrare il pressapochismo con cui realizza i suoi progetti.


da Francesco Torriani

Segretario Partito Democratico Fano





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-02-2010 alle 13:49 sul giornale del 06 febbraio 2010 - 996 letture

In questo articolo si parla di energia, fotovoltaico, politica, Francesco Torriani, Partito Democratico Fano, energie rinnovabili





logoEV