Giornata del Ricordo: seduta straordinaria del consiglio comunale

3' di lettura Fano 05/02/2010 - La Legge 30 marzo 2004 n. 92 recita: “La Repubblica riconosce il 10 febbraio quale Giorno del Ricordo al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale. Nella giornata sono previste iniziative per diffondere la conoscenza dei tragici eventi presso i giovani delle scuole di ogni ordine e grado. È altresì favorita, da parte di istituzioni ed enti, la realizzazione di studi, convegni, incontri e dibattiti in modo da conservare la memoria di quelle vicende.” 

A tale proposito, l’Amministrazione Comunale di Fano - Gabinetto del Sindaco, Presidente del Consiglio Comunale ed Assessorato ai Servizi Educativi - lunedì 8 febbraio 2010 nella Sala Verdi del Teatro della Fortuna propongono una seduta straordinaria del Consiglio Comunale aperta alle scuole superiori fanesi ed alla cittadinanza, dal titolo: La tragedia delle foibe e l\'esodo delle popolazioni Giuliano-Dalmate Il relatore Gianclaudio de Angelini- vice Presidente dell’Associazione per la cultura fiumana, istriana e dalmata nel Lazio, - terrà una conferenza multimediale che, facendo un breve escursus della storia delle terre dell\'Adriatico orientale, arriva a cercare di spiegare la tragedia delle Foibe ed il conseguente esodo delle popolazioni giuliano-dalmate.

Breve curruculum del relatore: è nato a Rovigno d\'Istria il 19 dicembre del 1950 ed è esodato, con i propri genitori, nell\'agosto del 1951. Dal 1956 è vissuto nel Quartiere Giuliano Dalmata di Roma e dai primi anni \'60 ha fatto ritorno in Istria. Ritorni che si sono susseguiti negli anni rafforzando il legame con la propria città natale e la sua cultura. Agli aspetti culturali ha dedicato la sua attività facendo parte della Società di Studi Fiumani con sede in Roma e dell\'Associazione per la cultura fiumana, istriana e dalmata nel Lazio di cui è vice-presidente. E\' stato tra i soci fondatori della Mailing List Histria di cui è attualmente uno dei 4 coordinatori. Con questa ultima associazione ha dato vita ad un premio letterario per i giovani delle comunità italiane dell\'Istria, Dalmazia e Montenegro. Premio che è giunto alla sua ottava edizione.

Poeta sia in italiano che nel nativo dialetto istrioto di Rovigno ha vinto nel 1° premio del Concorso di poesia Laurentum, Sezione in vernacolo. Ha pubblicato il libro Poesie dell\'esodo a due voci con Marino Micich e, sempre con lo stesso, lo Stradario Giuliano Dalmata di Roma - Personaggi, luoghi e memorie nelle vie e piazze della capitale. Ha partecipato sin dagli anni \'90, come relatore, a conferenze su vari aspetti della storia e della cultura giuliana e dalmata. Dal 1997 ha partecipato alla creazione del maggior sito dedicato all\'Istria (www.istrianet.org) e, dal 2000 ha creato un suo sito personale www.arupinum.it in cui ha sviluppato sia i temi storici che culturali. Dalla sua istituzione ha tenuto varie conferenze per la Giornata del Ricordo sia a Roma che nel Lazio, in Campania e nella stessa Fano nel teatro della Fortuna.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-02-2010 alle 13:58 sul giornale del 06 febbraio 2010 - 937 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di attualità, fano, comune di fano





logoEV