Non sono bastate quattro serate agli Arvans per accontentare il pubblico fanese

2' di lettura Fano 04/02/2010 - Il successo della commedia “En c’ho più un baoch” è stato tale da indurre i ragazzi (si fa per dire) del gruppo ad organizzare altre due repliche per lunedì 8 e martedì 9 sempre alle ore 21.15 al Politema C. Rossi.

Lo spettacolo ha centrato il segno di divertire per due ore spettatori che hanno riso ed applaudito a scena aperta le vicende della famiglia Croccali. Girogio Falcioni è il mattatore di questa commedia dove interpreta il ruolo di evasore totale che passa dalle stelle alle stalle ma con la forza di ricominciare tutto daccapo. Accanto a lui un esilarante Lorenzo Uguccioni e una divertentissima Raffaella Cesarotti compongono il nucleo familiare.


Giuseppe Croccali, evasore fiscale, si tiene in casa, per farsi compagnia, anche una simpatica escort, interpretata da Simonetta Fragassi e la cameriera Benedetta Ottalevi. Tutto procede bene sino a che un inquilino, Roberto Lampetti, non decide di denunciarlo. Il ragionier Vampironi dell’ Uffico Tasse (Andrea Boiani) farà un accertameto e allora tutto il mondo dorato che Croccali si era costruito, crollerà, e si troverà a dover affrontare la miseria più nera. Intanto fra Arianna Faroni , figlia del denunciante, e Lorenzo Uguccioni figlio di Giuseppe Croccali, scoppierà un amore contrastato, come pure un terribile equivoco manderà all’aria il matrimonio tra Umberta, figlia di Croccali, e il figlio del ricchissimo Commendator Ancona (Luciano Tarsi).


Con astuzia tipicamente fanese e un po’ di fortuna Giuseppe Corccali riuscirà a risollevare le sorti della famiglia sino al colpo di scena finale. La regia è di Glauco Faroni, le scene di Giorgio Falcioni, le acconciature di Luciana Gigi e Oscar, i costumi di Tina Carrocci e le coreografie di Giuliana della Noce. Per l’acquisto del biglietto basta rivolgersi alla biglietteria del Politema dalle 9 alle 12 e dalle 16,30 alla 19,00.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-02-2010 alle 17:49 sul giornale del 05 febbraio 2010 - 909 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, J\'Arvans





logoEV