Fanesi ricuce le fratture del PD

2' di lettura Fano 30/01/2010 -

Ha riaperto una frattura all\'interno del Partito Democratico di Fano la lettera dell\'ex sindaco Cesare Carnaroli al segretario provinciale del Partito Marco Marchetti. Carnaroli, nel rigettare fermamente l\'intento di passare all\'IDV, aveva accusato il partito di essere \"impegnato solo a parlarsi addosso e che non riesce a proporsi su alcune questioni fondamentali\".



Ha riaperto una frattura all\'interno del Partito Democratico di Fano la lettera dell\'ex sindaco Cesare Carnaroli al segretario provinciale del Partito Marco Marchetti. Carnaroli, nel rigettare fermamente l\'intento di passare all\'IDV, aveva accusato il partito di essere “ impegnato solo a parlarsi addosso e che non riesce a proporsi su alcune questioni fondamentali”.


Oggi a rispondere è il segretario cittadino del PD Cristian Fanesi che getta acqua sul fuoco: “\"Carnaroli rimane nel partito con tutto l\'onore che merita un ex sindaco\"”.


Fanesi dichiara poi di avere avuto un primo incontro con gli 8 autoconvocati del Partito che denunciavano una scarsa rappresentatività della componente DS negli organi dirigenziali, soprattutto in seguito alla nomina di Angelo Renzoni a presidente. Fanesi non ha escluso nuovi incontri dicendosi pronto a dare quelle risposte politiche che da lui di attendono e rifiutando la definizione di dissidenti perchè gli autoconvocati sono dirigenti del partito disposti a mantenere aperto il dialogo con il segretario.


Un dialogo che non deve venire meno soprattutto in questo periodo e vista delle elezioni regionali per le quali il richiamo del segretario è all\'unità.


Intanto si tenuto questo fine settimana il tesseramento del PD che rappresentato secondo gli stessi iscritti un tentativo per rilanciare il partito e dare un segnale positivo nel trovare soluzioni a problematiche che affliggono i cittadini (come ad esempio le difficoltà nel mondo del lavoro).


La prossima tappa importante che attende il PD sarà quella di aprile con il rinnovo dei cordinatori di circolo.



di Silvia Falcioni
redazione@viverefano.com




Questo è un articolo pubblicato il 30-01-2010 alle 13:07 sul giornale del 01 febbraio 2010 - 2265 letture

In questo articolo si parla di politica


E ades, alè!, qualche proposta seria e credibileper risolvere i problemi di Fano, anche perchè non si può più dar la colpa a Cesare!

... E, come se non bastasse, al Lele Mancini, sotto i fiocchi, il Fano ci va a pareggiare col Celano in un campo pieno di neve: Una vera e propria battaglia all\'ALMA BIANCA! Giornataccia!

massimo ceresani


Si dice \"ricuciamo strappi e miriamo all\'unità\". Intanto però non ci si vuol \"parlare addosso\", continuando a parlarsi addosso, pesando le nomine interne, parlando di responsabili di circoli e ignorando le vere questioni importanti e portanti. Soprattutto scordandosi di una credibile opposizione locale (ad Aguzzi) e di una nazionale (tòh! a Berlusca).