Simoncini: \'L\'Astea faccia quanto possibile per l\'utenza debole\'

3' di lettura Fano 15/12/2009 - A seguito di segnalazioni e lamentele di cittadini osimani, inerenti l\'interruzione di erogazione di energia elettrica e gas da parte dell\'Astea causa morosità, il Sindaco di Osimo Stefano Simoncini ha scritto oggi all\'Astea la seguente lettera. 

\"Nella mattinata odierna si sono rivolti all\'Amministrazione Comunale diversi cittadini, anche titolari di attività produttive, lamentando l\'avvenuto distacco delle proprie utenze alla rete dell\'energia elettrica e del gas per morosità dei pagament

Al di là della legittimità formale delle decisioni prese, spiace constatare che da parte della Dirigenza Astea non si sia tenuto conto, ovvero sia stato minimizzato l\'impatto emotivo e sociale che tali scelte hanno provocato sulla comunità in questo particolare periodo.

L\'approssimarsi delle festività natalizie vede molte aziende e molte famiglie in gravi difficoltà economiche con poche speranze di una soluzione positiva nel breve termine.

Aggiungere a tali \"sofferenze\" anche la condizione di un ambiente familiare ostile - al buio e senza riscaldamento con impossibilità spesso di cucinare - provoca certamente un disagio psicologico che porta a considerare come nemiche anche le istituzioni o i soggetti che gravitano nell\'orbita dell\'Amministrazione.


Come se non bastasse, proprio in questi giorni stiamo affrontando il primo vero appuntamento con il freddo invernale che dalle previsioni meteorologiche perdurerà sino a tutte le festività.

Ritengo, sulla base delle suddette considerazioni, che anche una società all\'80% pubblica debba fare la propria parte a sostegno dell\'utenza debole, dilazionando temporalmente i distacchi in questione, verificando, ove occorra, se ci sono nuclei familiari con soggetti deboli, anziani, malati, neonati….., ovvero aziende che, in questo periodo di crisi, pur in difficoltà siano comunque in attività per recuperare un proprio ruolo nel settore produttivo e con dipendenti regolarmente assunti e all\'opera. Non sempre la prova di efficienza che si vuol dare, applicando alla lettera le \"regole\" del gioco, riesce ad assicurare il risultato ottimale.

E\' prova di efficienza ed efficacia del servizio (non parliamo di economicità) anche saper distinguere, all\'occorrenza, quali deroghe possano essere fatte, assicurando i bisogni primari di ogni persona, soprattutto di coloro che in questo momento più deboli non riescono a far fronte ai pagamenti dei servizi pubblici.

Auspico che alla luce delle suddette considerazioni la società e gli amministratori in particolare, sospendano i distacchi in questione almeno a tutto il mese di gennaio p.v. .

Le considerazioni politiche sulle decisioni che la società vorrà comunque assumere costituiranno approfondimento in sede più appropriata.

Infine si rileva che iniziative di tal genere è opportuno che vengano prese previo confronto con l\'Amministrazione Comunale che da sempre, attraverso il proprio assessorato ai servizi sociali, si sta adoperando per aiutare le famiglie più bisognose nel pagamento delle utenze domestiche acqua, energia elettrica, gas.

Anche nella presente vicenda l\'Amministrazione Comunale dà la propria disponibilità ad erogare aiuti economici, tanto è vero che l\'ultimo bando per l\'erogazione di contributi ai lavoratori disoccupati (scadenza prorogata al 30/12/2009) prevede specificatamente sussidi per il pagamento di tali utenze.

Distinti saluti.


IL SINDACO

Geom. Stefano Simoncini






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-12-2009 alle 15:34 sul giornale del 16 dicembre 2009 - 4773 letture

In questo articolo si parla di attualità, astea, stefano simoncini, energia elettrica


Io non immaginavo che ad Osimo ci potessero essere delle realta\' per le quali, davvero, alcuni si trovassero a dover fare a meno delle utenze domestiche... e\' qui su Vivere Osimo che amaramente ne prendo atto! <br />
Cavoli, non solo perche\' e\' Natale, ma ancor piu\' perche\' siamo nel 2009 ed abitiamo in un paese civile che non ci si puo\' assolutamente permettere che esseri umani osimani non abbiano di che riscaldarsi! Siamo in 33000 cavoli! E paghiamo ste bollette!<br />
Sindaco comincio io ... puo\' farmi avere una bolletta di un cristiano rimasto al freddo in casa propria per favore!? E\' incredibile! Dovrebbero vietare per legge alle aziende che somministrano le utenze di poterle staccare! Nel frattempo attiviamoci tutti e non facciamoci prendere in giro! <br />
Perche\' nessuno stia al freddo, saluti da Patacca.

Io non ci capisco proprio più nulla; da una parte prima si stabiliscono aumenti, con l\'approvazione del Comune, poi si caldeggiano aiuti alle difficoltà che sopraggiungono nel frattempo. Ma la crisi c\'è o non c\'è; gli aumenti di alcune tariffe sono giustificati o no!? E soprattutto da quando? Da subito, dal 2010, post-crisi?! Chissà !

Bene Sindaco,<br />
apprezzo la sua sensibilità nel comprendere che la crisi si supererà solo se riusciremo ad essere coesi e solidali. <br />
Non è ammissibile che una famiglia, magari con bimbi ed anziani a carico rimanga al freddo e senza elettricità. <br />
Le suggerisco due strade percorribili per realizzare i suoi nobili intenti:<br />
1. Contribuzione diretta alla famiglia disagiata mediante i servizi socioassistenziali del Comune<br />
2. Richiesta di convocazione di un\'assemblea straordinaria in cui la maggioranza della quota societaria esprima la volontà di procastinare a fine gennaio o fine febbraio qualsiasi azione di interruzione dell\'erogazione dei servizi assumendosene la responsabilità per motivi sociali. <br />

Quarda che la crisi è solo un aspetto del problema \"bollette\" . Questo stato di cose esiste da molto prima. L\'aiuto del comune a chi ne ha bisogno è una buona iniziativa ma stiamo attenti di non fare come durante il terremoto che colpì Ancona quando, i buoni pasto erano trasformati in buoni alcolici ecc. Negli aiuti vanno fatte delle priorità che debbono essere \"vigilate\" da chi li eroga. Essere solidali va bene ma attenti a non farsi prendere in giro. I furbetti esistono anche mascherati da poveri. L\'Astea non dovrebbe sospendere un servizio pubblico specialmente in casi di condizioni estreme. Il profitto che deve fare il privato è in questo caso, nefasto per la cittadinanza più debole, cosa che se fosse stata interamente pubblica, la questione si sarebbe risolta in maniera diversa, partendo da una indagine sociale.

E questo sarebbe un commento utile?! Io lo definirei di facciata, di inutile facciata.<br />
Tra gli altri molti detti-sonetti di S.Giuseppe da Copertino, nostro Patrono, ed il suo vero modo di servire Dio, ce no sono vari sulla carità, ma uno in particolare: \" Chi fà ben per vana gloria, non avrà giammai vittoria \". Volendo fare del bene al prossimo ( che poi magari talvolta, può darsi, è lo stesso che il sabato e non solo riempie le pizzerie ed i ristoranti = ne ho conosciuti di tali individui ), io sarei andato privatamente dal Sindaco o meglio direttamente zitto zitto all\'Astea, o meglio ancora tramite i frati o la Caritas, senza affatto sbandierarlo, pur se dietro un nikcname, in un blog o nella rete internet. NOBLESSE OBLIGE. Bell\'esempio di commento utile, oppure di discutibile \'patacca\'!, nell\'uso popolare indicante moneta di scarso valore.

Salve mariano,<br />
spero per te che a colazione stamattina tu non abbia mescolato il latte con il “borghetti” al posto del caffe\'!<br />
Parli di noblesse, parli di vana gloria... ma hai ben visto che la mia identita\' e\' celata da uno pseudonimo quindi mi spieghi che parli a fare, a quale osimana, chiunque legga, darebbe la medaglia, me lo dici? In questo articolo patacca vuol essere l\'espressione di tutti coloro che condividono la mia indignazione e un invito soltanto a fare del bene! Io non ci vedo proprio nulla di malvagio ne\' di inutile! Vorrei augurarmi per questo Natale 2009 che tu possa ricevere un pochino di buon senso, di ottimismo, di gioia, di speranza e di amore! Buone Feste! <br />
Patacca

Ripeto, NOBLESSE OBLIGE ed aggiungo : \" With many, many, many compliments \" all\'educazione della sig.ra \'patacca\' che si dimostra non solo tale, ma anche una bella \'sola\', oltre che tanto \'beuta\'; e spiego di nuovo il perchè. Anzitutto penso che di \'Borghetti\' la tal signora ne ingerisca proprio tanto ed a tutte le ore, dato il tono e le offese che dimostra; io invece faccio semplicemente colazione con una tazza di latte, da moltissimi anni. Poi, proprio perchè insistentemente, dichiaratamente e vigliaccamente nascosta dietro uno pseudonimo, ribadisce il concetto della \"carità sbandierata\"; ma perchè il Sindaco sà a chi far avere la bolletta di un cristiano rimasto al freddo in casa propria?! Solo la redazione sà a chi corrisponde lo pseudonimo, od anche il Sindaco ?! Presuntuosa e subdola, la \'patacca\', oltre che poco educata. Di gioia, di speranza e di amore è difficile averne con persone del genere, pure in clima natalizio. Il buon senso poi si dimostra da solo. E spero che a Natale ti giunga un grosso sacco pieno di modestia, umiltà, vera carità e soprattutto rispetto vero verso gli altri. E\' semplicemente una questione di essere o di apparire, oltre che questione di correttezza. Anche a te dico, come nei numerosissimi commenti all\'articolo di ieri, che il mio pseudonimo è il mio nome proprio di persona, completamente dichiarato più volte con il mio cognome ed indirizzo e telefono in vari precedenti commenti ed articoli nel corso del 2009.

…. continuo ad augurarmi per te, mariano, gli stessi doni di natale di cui parlavo prima … che peccato non ti siano ancora arrivati! …. ma il 25 e\' vicino e comunque mi piacerebbe tanto sapere la tua di proposta per risolvere il problena di coloro che sono rimasti al freddo! Tu critichi me e I progetti o I bilanci dell\'azienda: ma il problema non sono io ne\' l\'astea... il problema e\' che c\'e\' gente che ha freddo! E ce lo ha ora!!!<br />
Patacca<br />
ps: mi piacerebbe proprio capire con quali parole io abbia mai potuto offenderti, al contrario prova tu a rileggere bene quello che scrivi prima di dare a me della maleducata!

Le parole offensive nei miei riguardi , egregia sig.ra \'patacca\', hanno cominciato ieri dicendomi che faccio inutili commenti, proseguendo poi oggi trattandomi da \'bevitore\'.<br />
La risposta alla povertà crescente, ma da sempre esistita nella massa della gente, stà nell\'ingordigia di taluni che crea disagio e criticità di tanti altri, ma questo non da ora, bensì dagli albori, ma da mezzo secolo molto più evidenziato. E faccio degli esempi pratici:<br />
Lamberto Dini che prenderebbe di pensioni vari € 48.000,00 circa al mese;<br />
Andreotti Giulio che percepirà, succhiandolo dal sangue dei cittadini italiani lavoratori ed oppressi dalla sua politica, almeno € 50.000,00 al mese;<br />
Due ex-politici locali, che prendono solo di pensioni da ex-parlamentari nazionali / regionali, almeno € 6.000,00/8.000,00 mensili oltre a quella derivante dal lavoro!!!!!!!! Ma quante panze c\'hanne pe\' magnà!<br />
E potrei proseguire sino ad oltranza, all\'infinito.<br />
Poi un\'altra risposta stà in quello che ciascuno di noi, in modo semplice, silenzioso e discreto, può e vuole fare co iniziative del tutto personali e spontanee e non solo a Natale, e tantomeno sbandierate. E\' di fronte a tutto ciò di disgustoso e vomitevole che mi indigno e mi \'infervoro\'. Tanti saluti alla nostra cara \'repubblichetta di cicciacotta\'!

Primo: sei stato tu il primo a definire inutili e perdite di tempo I commenti di ieri sull\'articolo di Berlusconi... io ti ho solo risposto cercando di mettermi in contatto con te utilizzando I tuoi stessi mezzi ed il tuo stile (mio nonno mi diceva sempre che il cavallo puo\' far da somaro ma il somaro non puo\' far da cavallo); inoltre io non definirei ubriacone un signore che erroneamente si beve borghetti al posto del caffe\'(e\' solo che se cio\' accade egli potrebbe distorcere un pochino la realta\' e lavorare piuttosto di fantasia).<br />
Secondo: vorrei proprio sapere come da subito si possa riaccendere il riscaldamento a quanti ne sono privi con I 50000,00 euro al mese di Andreotti... (allora: vai a cercare Andreotti, digli che c\'e\' da pagare le bollette, magari a lui non interessa affatto, poi fallo andare all\'astea ma zitto zitto, senno\' non ti sta bene... ) … non credi ora che la mia di idea sia un pochino piu\' concreta? Non credi che tra le migliaia di persone che leggono vivere osimo ce ne siano alcune che zitte zitte si recheranno a fare del bene per un semplice suggerimento? Io me lo auguro davvero!<br />
Patacca<br />

Sei proprio una \'patacca\' ed insisti, tergiversando, a volerlo essere insistentemente. Io la pubblicherei pure questa eventuale \"carità\", come è stato ben fatto!? alcuni mesi fà da circa 100 \'brave persone!\' alla conviviale di uno di loro mettendo circa 10 euro cadauno, manco fosse chissà cosa e sbandierandolo a tutti i giornali locali. Fortunatamente in quell\'occasione e per lo scopo finale sono stati raccolti molti soldi offerti da singole persone che meglio hanno fatto singolarmente quale offerta ed elargizione di quei 100 \'bravi\' messi tutti insieme, soprattutto non dicendolo a nessuno.<br />
Oltre Andreotti, \'patacca\', ci sono tanti politici locali che, come i Servizi Sociali del Comune, potrebbero e sono preposti a prendersi carico di chi ha più bisogno, ma bisogno vero. <br />
Il nonno era un saggio come te, \'patacca\'! Saluti d\'addio \'patacca\'; confrontarsi con te è solo perdere inutilmente del tempo. Iscriviti al club di quei 100, così potrete fare la carica dei 101. Ascolta colpoditacco \'patacca\': cambia nickname, e nel prossimo mettici il tuo nome e cognome. Ah!, domenticavo: l\'Astea dovrebbe aver riattivato queste utenze critiche; sempre l\'Astea giorni fà ha pure comunicato che una utenza su dieci è morosa ed insoluta; quindi sicuramente già ricade su tutti noi fessi che lavoriamo e paghiamo sempre, come per il canone TV, ecc., ecc., ecc.....

Allora brava Astea! Ne sono felice!<br />
Patacca

Noaltri, chin casa, i termosifo\' nun cell\'emo, donca \'sto problema nun ce tange (pfh, pfh... scosate: sto a sputa\' le bollette perché ho parlato troppo gguzzo!). E, tra pogo, nun pagherò più manco la bolletta dell\'acqua perché cu la diaola de mi moje a trovato \'na vena e donca stamo a riempì il pozzo!

Grande gino!!!!!!!!!!!!!! sei un mito!




logoEV