Sapori e aromi d\'autunno: vince il baccalà de Le Rose

Fano 27/11/2009 - Sono stati i “Filettoni di baccalà alla moda di Paola & Franco” ad aggiudicarsi il primo premio nella 3^ Disfida della tradizione gastronomica andata in scena ieri sera al ristorante “Alla Lanterna” di Metaurilia.

A sfidarsi nel concorso “L’Oro nel Piatto” sono stati sette chef dei Borghi del Gusto e delle Pro Loco che hanno preparato gustose pietanze a base di stoccafisso e baccalà condite con oli extravergini di oliva di alta qualità, selezionati da esperti assaggiatori al concorso “L’Oro delle Marche”. A giudicare i piatti una giuria tecnica e popolare che ha decretato miglior preparazione a base di baccalà quella cucinata dal ristorantino “Le Rose” di Paola e Franco Beltrami, di Fano, abbinata all’olio “Terre d’Argilla” dell’azienda agricola S. Bevilacqua. Il segreto della ricetta? L’utilizzo di un altro prodotto d’eccellenza della provincia pesarese: il pane di Chiaserna.


Al secondo posto lo “Stoccafisso alla montenovese” condito con olio “La raggia” dell’oleificio Montenovo, preparato da Mafalda Pancotti e Anna Rita Valeriani della Pro Loco di Ostra Vetere, che vanta il primato di essere il primo borgo ad essersi iscritto all’Associazione I Borghi del Gusto. Terzo classificato, secondo la giuria, il “Baccalà in umido con patate” abbinato all’olio “L’oro del colle”, cucinato dalla Bottega dei sapori di Lina Nicolini e Alessandra Guidi, di Colbordolo. Menzioni di merito hanno ricevuto Adriana Ceccarelli della Pro Loco di Saltara con il “Tortino di baccalà con farina di polenta e alloro”, mantecato con Lolibon Blend, Massimo Pallotta rappresentante del Borgo del Gusto di San Giorgio di Pesaro che ha preparato lo “Stoccafisso alla nonna Maria” condito con olio Montenovo dell’omonimo oleificio, Sandro Fornaciari della Pro Loco di San Costanzo che ha presentato lo “Stoccafisso al forno alla sancostanzese” con olio Terre d’Argilla – La Terra ritrovata, Loredana Amadori del Borgo del Gusto Fano che ha preparato lo “Stoccafisso in umido alla contadina” condito con olio “L’oro del Prelato”.


A preparare i palati alla sfida gastronomica ci ha pensato lo chef Massimo Tonelli dell’Istituto alberghiero Santa Marta di Pesaro che ha cucinato squisite “Millesfoglie al baccalà”. Ad accompagnare il tutto i vini offerti dalle aziende “Mariotti Cesare vini & cantine” e Vittorio Speranzini. I pani e i dolci sono stati, invece, offerti dalle Fornerie Longhini di Fano. Una serata piacevole, inserita nel programma della XXII edizione di “Sapori e Aromi d’Autunno”, che ha visto coinvolti i commensali in prima persona, che hanno assaggiato ad uno ad uno i sette piatti preparati da chef e massaie e, in una scheda, hanno dovuto giudicarne preparazione, presentazione, aroma e gusto. Il concorso “L’Oro nel Piatto”, a cura delle associazioni Viandanti dei Sapori, O.L.E.A. e I Borghi del Gusto,andato in scena per la prima volta ad Ugento in provincia di Lecce, dove l’olio extravergine d’oliva era stato abbinato ad un piatto a base di carne di cavallo, è diventato ormai un appuntamento fisso per gli appassionati di enogastronomia e tornerà anche il prossimo anno. “L’edizione 2010 vedrà due sezioni separate, lo stoccafisso, da una parte e il baccalà dall’altra – ha annunciato Giorgio Sorcinelli presidente dei Viandanti dei Sapori – il bando è già stato emesso”. Chef e massaie sono avvertiti: la sfida è aperta!








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-11-2009 alle 14:41 sul giornale del 28 novembre 2009 - 1122 letture

In questo articolo si parla di attualità, sapori e aromi d\'autunno





logoEV