Riforma Gelmini: la primaria Gentile, genitori preoccupati

gelmini 2' di lettura Fano 23/11/2009 - Mercoledì’ 18 Novembre a Fano, presso la scuola elementare ”Francesco Gentile” nelle prime classi, si e’ verificato un evento piuttosto preoccupante se non sconcertante grazie alla nuova “riforma Gelmini”. A seguito di numerosi episodi di influenza A o simili tra bambini, come e’ normale anche le nostre maestre si sono ammalate.

Un evento normale che non dovrebbe destare preoccupazione alcuna se non quando il fenomeno vada a causare disagi tra i bambini e nella didattica. Questi nell’arco delle cinque ore a causa dell\'assenza per malattia di un\' insegnante sono stati spostati da una classe all’altra con l’unica insegnante che insieme alle collaboratrici scolastiche “stoicamente” e con spiccato spirito di servizio e responsabilità si suddivideva tra i 35 bambini delle due sezioni. L’attuale riforma prevede che qualora l’insegnante si assenti per malattia, per ottenere la supplente occorrano ben “5 giorni” di assenza , limite anche per ottenere il certificato medico. Conseguentemente gli alunni per 5 giorni se in numero inferiore a 30, possono rimanere insieme all’insegnante di una delle altre classi, ma se superiori a 30 (come nel nostro caso),vengono divisi in gruppi e l’insegnante dovrà’ garantire l’insegnamento (cosa per altro avvenuta) ora in una ora in altra classe, mentre i collaboratori scolastici in sua assenza provvedono a alla “sorveglianza” in aula preservando l’incolumità’ dei bambini, ma non l’insegnamento. Dove sia possibile si recluta l’insegnante di sostegno,ove non sia possibile i bambini vengono inseriti in altre classi dove il numero complessivo non vada a superare 30 presenze. Nel nostro caso gli alunni della prima vennero inseriti in una classe del terzo anno rimanendo seduti ad osservare i bambini più grandi che cantavano.

Essendo rappresentante di classe di una delle prime, a nome di tutti i genitori, ritengo preoccupante quanto accaduto a causa della riforma Gelmini, si colpisce la scuola pubblica tagliando le supplenze a danno dei bambini che così vedono diminuire l’offerta didattica loro proposta . Quella verificatasi mercoledì’ 18 novembre viene definita “situazione di emergenza” cioè’ situazione in cui più’ insegnanti sono assenti nello stesso giorno, ma che in realtà emergenza non è, ma è normale che in caso di influenze comuni ciò possa verificarsi e ripetersi nuovamente con conseguente ed ulteriore perdita di giorni di insegnamento (siamo solo a Novembre). Come genitori ci limitiamo a segnalare alle istituzioni di tutti i livelli quanto accaduto con la speranza che a ciò possa essere posto rimedio nel rispetto dei nostri figli. I genitori Enrico Fumante e Tatiana Falcioni rappresentante di classe.
Enrico Fumante e Tatiana Falcioni, rappresentante di classe.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-11-2009 alle 22:14 sul giornale del 24 novembre 2009 - 871 letture

In questo articolo si parla di scuola, fano, gelmini, Scuola Primaria F.Gentile