Provincia: Consiglio speciale sulla Valmarecchia

1' di lettura Fano 16/11/2009 - La secessione della Valmarecchia in primo piano nella seduta del Consiglio provinciale di martedì.

L’assemblea di viale Gramsci, convocata per le 9 definirà le linee guida per la gestione del passaggio in provincia di Rimini dei sette comuni di Casteldelci, Maiolo, Novafeltria, Pennabilli, San Leo, Sant’Agata Feltria e Talamello che hanno ottenuto il via libera per lasciare le Marche alla volta dell’Emilia Romagna. Aprirà la discussione il presidente della Provincia Matteo Ricci.


La seduta proseguirà con l’esame degli ordini del giorno rinviati dalla seduta precedente: firmato dal consigliere Elisabetta Foschi (Pdl), l’odg sulla sede della Croce rossa nel comune di Sant’Angelo in Lizzola; la mozione del consigliere Giulio Tomassoli (Pdl) sulla promozione turistica; l’ordine del giorno del consigliere Renzo Savelli (Rc) sulla proposta di legge per allargare la soglia di sbarramento al 4% anche per le elezioni regionali, provinciali e comunali; e l’odg dei consiglieri Donato Mariotti (Pd) e Daniele Sanchioni (Pd) sulla proposta di fusione dei Consorzi di bonifica delle Marche.


Ci sono poi in scaletta nuovi ordini del giorno: quello presentato dal consigliere della Lega Nord Daniele Lunghi sulla questione Megas net; l’odg del consigliere Massimo Rognini (Pdl) sull’installazione di un’antenna di telefonia mobile a San Costanzo; infine il documento proposto dal consigliere Giorgio Baldantoni (Pd) per dedicare in ogni comune della provincia un luogo alla lotta alla mafia e alle sue vittime.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-11-2009 alle 13:58 sul giornale del 17 novembre 2009 - 757 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, Provincia di Pesaro ed Urbino





logoEV