IdV: privatizzazione dell\'acqua, Fano prenda esempio da Fabriano

Italia dei Valori 1' di lettura Fano 16/11/2009 - Il consiglio comunale di Fabriano ha deliberato il giorno 12/11/09 all\'unanimità, un ordine del giorno contro la privatizzazione dell\'acqua. Fabriano è così il primo dei 274 comuni marchigiani ad aver deliberato, con votazione unanime di tutto il consiglio comunale, che \"la gestione del servizio idrico integrato è un servizio pubblico locale privo di rilevanza economica\".

Il consiglio comunale di Fabriano si è impegnato a \"c ostituzionalizzare il diritto all\'acqua, attraverso le seguenti azioni: riconoscere anche nel proprio Statuto comunale il Diritto umano all\'acqua, ossia l\'accesso all\'acqua come diritto umano, universale, indivisibile, inalienabile e lo status dell\'acqua come bene comune pubblico; confermare il principio della proprietà e gestione pubblica del servizio idrico integrato e che tutte le acque, superficiali e sotterranee, anche se non estratte dal sottosuolo, sono pubbliche e costituiscono una risorsa da utilizzare secondo criteri di solidarietà\".


Noi dell\'Italia dei Valori speriamo che Fano, attraverso il voto unanime di un Consiglio Comunale monotematico, che richiediamo con forza, e seguendo l\'esempio di Fabriano, dichiari che la gestione del servizio idrico è un servizio pubblico PRIVO DI RILEVANZA ECONOMICA e che l\'accesso all\'acqua sia un diritto universale inalienabile. Tutte le altre considerazioni e trovate elettorali a cui abbiamo assistito nei giorni scorsi non ci interessano più






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-11-2009 alle 15:10 sul giornale del 17 novembre 2009 - 1073 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, italia dei valori, Idv Fano