Gestione dell’acqua, Aguzzi: seguiremo la legge

Fano 13/11/2009 -

Dopo i recenti appelli, nel corso della consueta conferenza del venerdì, il sindaco di Fano ha parlato della discussa possibilità di privatizzare la gestione dell\'acqua.



\"La nostra volontà è di mantenere il servizio completamente \'in house\' ma il nuovo progetto di legge, ora in Senato, presenterà l\'obbligo di cedere il 40% della gestione dei servizi e\" continua Aguzzi \"così faremo perché, se dovesse passare la legge, questo sarebbe l\'unico modo per evitare di emettere gare a proposito\". \"Qualora venisse contemplata la possibilità di continuare a mantenere in house sella società del servizio cedendo parte della gestione così faremo perché questo sarebbe il male minore\" ha dichiarato Aguzzi ribadendo la volontà di continuare a mantenere pubblica la proprietà. \"Per agevolare il processo\" ha concluso Aguzzi \"dovremo rivedere con maggiore precisione i confini tra i compiti di Aset Holding e Aset spa\". A questo fine verrebbe in aiuto una società esterna con il compito di \'fotografare\' la situazione della società multiservizi.






Questo è un articolo pubblicato il 13-11-2009 alle 19:57 sul giornale del 14 novembre 2009 - 1683 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, Elena Serrano, aguzzi, acqua pubblica


altrimenti si potrebbe impugnare l\'art. 15 del decreto governativo presso la Corte Costituzionale e chiedere che l\'acqua rimanga in mano totalmente pubblica,proprio come stanno facendo in Puglia,dove accortisi dell\'errore commesso,stanno tentando di ripubblicizzare tutto l\'acquedotto pugliese...




logoEV