Fano a 5 stelle: Silvestri gira alla rotatoria...

Lista Civica Fano a 5 stelle Fano 13/11/2009 - Certamente al nostro assessore alla viabilità la fantasia e la verve artistica non mancano. Peccato che per un ruolo come il suo serva raziocinio e capacità di analizzare scientificamente le situazioni.

Il martoriato incrocio via Roma-Via dell’Abbazia è diventato oggetto di mille cambiamenti, i più variegati: stop lato mare, tre corsie, due corsie, via le piste ciclabili, tolti gli stop, divieto di svolta….ed oggi un “fantomatico” questionario (chi l’ha visto?) da dare ai cittadini per far esprimere loro il parere su eventuali situazioni.


Dopo aver sentito commercianti, edicolanti, pasticceri, costruttori edili, vigili. Peccato che non abbia fatto uno studio di flusso di traffico in quella zona, al fine di trovare soluzioni tecnicamente fondate. Cosa si aspetterà allora l’assessore dal “democratico” spoglio dei questionari? Ognuno dirà la sua (come è successo fino adesso) e ci si ritroverà al punto di partenza. Visto che l’ultima idea è quella di eliminare la svolta verso via dell’Abbazia (con il flusso veicolare che si riverserà nella rotatoria di San Cristoforo), proponiamo allora a Silvestri di sensibilizzare ed educare i guidatori a saper utilizzare le rotatorie (quelle “vere”, e certo sono poche a Fano!).


Cercare di occupare le due corsie, non considerare la rotatoria uno stop per chi si immette, segnalare sempre le intenzioni di svolta. Che metta dei bei cartelli chiarificatori all’entrata delle rotatorie, che distribuisca volantini esplicativi. Ecco, sarebbe un bel segno di un utilizzo consapevole degli strumenti viari della nostra città. Forza assessore, si può fare! Senza altre sperimentazioni, per favore.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-11-2009 alle 16:00 sul giornale del 14 novembre 2009 - 2553 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, beppe grillo, Lista Civica Fano a 5 stelle


Purtroppo i nuovi automobilisti non sanno nemmeno cosa sono gli indicatori di direzione. Un volta si chiamavano frecce di cortesia, e la cortesia non solo non è di moda ma prevale la prepotenza.<br />
Il taglio della corsia è causa dello stragrande numero di incidenti, che oltre i danni provoca le code più lunghe. Pertanto educhiamo l\'uso delle rotatori, qualche volta, se possibile, anche con la presenza di un vigile. Grazie.

... Ma non si può dar colpa alla sola poca educazione di qualche automobilista! Sono le scelte operate e quelle in discussione, che non stanno dando l\'esito sperato. La scelta non fatta, quella di inibire la svolta a sinistra e utilizzare al meglio e al massimo la sola vera rotatoria che abbiamo in quella zona (Seminario) è cosa da mettere in atto subito. E\' una soluzione (certo non perfetta, ma \"la meno peggio\" di sicuro) e ha il grande vantaggio che si può attivare da subito. Da quella rotatoria son facilmente raggiungibili tutte le destinazioni... e come qualcuno ha evidenziato potrebbe essere un primo passo per rivedere gli stessi sensi unici, anche per utilizzare al meglio le strade esistenti, anche per raggiungere più facilmente e in maggior sicurezza i negozi.<br />
Il guaio iniziale è che con le \"sperimentazioni\" non si sono forse valutate a dovere le conseguenze delle \"novità\" introdotte.<br />
Ora non pare ci voglia tutto questo coraggio per far fare alla rotatoria del seminario il suo dovere e un super lavoro... ma in sicurezza quanto si guadagnerebbe!<br />

massimo ceresani


Da quasi 6 anni in ogni campo si notano un ritocchino lì, un contentino là, una promessa qualunquista su, una realizzazione miope giù: un continuo \"navigare a vista\" che non è purtroppo del solo Silvestri. Pur se è questo che vogliono i fanesi col loro 62% di consensi elettorali, la Città (quella che pensa, ragiona, filtra, critica, propone) vorrebbe finalmente vedere un barlume di progettualità in tanti campi: viabilità, servizi sociali, cultura, verde pubblico, servizi educativi, sport, ecc. Un barlume di visione globale ed a lunga gittata. <br />
Non solo la progettualità mirata (forse...clientelare?) di un sovradimensionato PRG.