Rete Natura 2000: revisione dei siti in Provincia di Pesaro-Urbino

provincia di pesaro urbino 2' di lettura Fano 09/11/2009 - Un primo passo verso la condivisione degli atti che stabiliranno la revisione dei perimetri dei siti previsti da Rete Natura 2000 in Provincia di Pesaro-Urbino lo ha compiuto la giunta regionale, adottando un provvedimento che prevede l’individuazione di confini fisici e amministrativi accertati su carta tecnica regionale e l’esclusione delle aree urbanizzate come il centro di Pesaro, alcune aree di Urbino e di altri Comuni.

“Numerosi incontri tra Regione e Amministrazione provinciale di Pesaro-Urbino, l’ultimo lo scorso 14 ottobre – ha spiegato l’assessore regionale all’Ambiente, Marco Amagliani - hanno caratterizzato questa fase istruttoria per la revisione dei perimetri dei siti di Rete Natura 2000, il più importante strumento della politica dell\'Unione Europea per la conservazione della biodiversità. Si tratta – ha aggiunto l’assessore – di un percorso per la migliore definizione della Rete già esistente ed accolta dal Ministero dell’Ambiente e Tutela del Mare e dalla Commissione Europea, evitando qualsiasi procedura di infrazione.“


La Commissione Europea , infatti, in merito all’aggiornamento della banca dati di Natura 2000 ha evidenziato che sono accettabili piccole modifiche per correggere errori tecnici o adattare i confini ad elementi del paesaggio; la riduzione del perimetro può essere consentita solo se giustificata da errori scientifici dimostrabili, fatti al momento dell’identificazione del sito. “Contestualmente – ha poi evidenziato Amagliani – apriremo una seconda fase di concertazione e di verifica partendo dalla Proposta di sostanziale modificazione dei perimetri attuali, presentata dalla Provincia di Pesaro-Urbino, proposta che prevede un’inevitabile periodo di approfondimento tecnico-scientifico con il coinvolgimento del Ministero dell’Ambiente e della Commissione Europea, per evitare rischi di infrazione comunitaria.”


In particolare l’atto approvato prevede modifiche al perimetro della ZPS Colle San Bartolo e litorale pesarese, escludendo la zona centrale della città; alla ZPS Calanchi e praterie aride della media Valle del Foglia sono state escluse le aree urbanizzate di Gadana (Urbino), Casinina (Auditore) e Ca’ Gallo (Montecalvo in Foglia). Per quanto riguarda la ZPS Esotici della Valmarecchia è stato escluso il centro abitato di Novafeltria.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-11-2009 alle 13:58 sul giornale del 10 novembre 2009 - 736 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche