Mondolfo: comitato su ex ospedale Bartolini, un passo avanti

letto ospedale| 07/11/2009 - E’ sicuramente un fatto positivo la recente presentazione, da parte del Comune di Mondolfo e dell’Asur Marche, di un progetto di ristrutturazione finalizzato al riutilizzo dell’ex ospedale Bartolini di Mondolfo, che dovrebbe trasformarsi finalmente in “Casa della salute”.

Non si può che accogliere favorevolmente questo evento ed esprimere soddisfazione per un risultato lungamente atteso e voluto con convinzione da tutta la popolazione mondolfese e da quella dei centri vicini (Marotta, S. Costanzo, Stacciola, Castelvecchio, Monte Porzio). Sappiamo bene, tuttavia, che questo non basta, in quanto per giungere all’effettivo riutilizzo sanitario di tutte le strutture dell’ex Bartolini, alcune delle quali versano in uno stato di preoccupante degrado (vedi il tetto della vecchia ala prospiciente via Garibaldi), occorrerà fare altri passi.


Perciò chiediamo alle autorità competenti che il progetto contempli in modo chiaro ed inequivocabile l’istituzione di una RSA (residenza sanitaria assistenziale) al 1° piano della nuova ala, obiettivo per il quale avevamo raccolto più di 5.000 firme fra i cittadini nel 2003. In secondo luogo occorrerà affrontare con pari decisione il problema della gestione ordinaria della “Casa della salute” che, per funzionare adeguatamente, avrà bisogno di un capitolo specifico di spesa nel bilancio sanitario annuale dell’Asur.


Mancando il quale, si correrebbe il rischio che i pur apprezzabili ed indispensabili finanziamenti straordinari per la salvaguardia della struttura, previsti dal progetto presentato a Mondolfo il 24 settembre scorso, diventino improduttivi per il fine che tutti auspichiamo, quello cioè di migliorare la tutela della salute delle persone nel nostro territorio. E’ per questa ragione che noi del Comitato Cittadino Mondolfese rimarremo attenti e vigili nel seguire ogni passo delle decisioni politiche, dei procedimenti amministrativi e dei lavori conseguenti. Dopo le parole ora aspettiamo i fatti!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-11-2009 alle 16:29 sul giornale del 09 novembre 2009 - 2355 letture

In questo articolo si parla di attualità, ospedale, letto, Comitato Cittadino Mondolfo


campa cavallo (Pietro non c\'entra) che l\'erba cresce. Se si continua a pensare di collocare nell\'ex ospedale Bartolini una struttura sanitaria e non invece una qualsiasia altra struttura pubblica, passeranno altri 20 anni e ci ritroveremo a parlare ancora delle stesse cose. Ospedale, RSA e chi più sigle sanitarie ha, più ne metta, sono diventati per Mondolfo come uno di quegli amori impossibili. L\'incapponirsi nel voler a tutti i costi una ragazza che non gradisce il nostro corteggiamento, ci fa correre il rischio di rimanere scapoli a vita. Un amore così può anche essere bello, ma è anche molto poco pratico.

Come ho detto nel corso dell\'assemblea pubblica e del consiglio comunale, di promesse e di progetti in 15 anni di consiglio comunale ne ho visti sin troppi. L\'unica cosa certa del progetto è la sistemazione del tetto e degli impianti della parte attualmente aperta, tutto il resto sono solo le ennesime promesse preelettoralidi chi è solo in cerca di voti a che magari fra 4 mesi non sarà più nemmeno assessore alla sanità. Il problema è poi quello della ex casa di riposo di cui nessuno ha parlato. vedremo e soprattutto staremo con il fiato sul collo di Solazzi e Mezzolani ma ci credo poco.




logoEV