Nuovi caselli A14: l\'IdV dice sì

Italia dei Valori 2' di lettura Fano 06/11/2009 - Si è molto discusso all\'interno del nostro partito, a livello provinciale, anche con accesi dibattiti, sulla questione dei nuovi caselli autostradali a Pesaro e a Fano.

Se volessimo guardare i numeri potermmo dire che costruire due nuovi caselli autostradali a distanza di circa sette chilometri, ed essendocene già tre, tra Marotta e Pesaro, in una distanza totale di circa trenta chilometri, potrebbe essere un\'idea malsana. Se però vogliamo essere oggettivi ci accorgeremmo inevitabilmente che l\'unica strada che collega le città di Fano e Pesaro è purtroppo la sola SS16. Ciò determina una serie di problematiche che incidono fortemente sulla vita dei cittadini. come per migliaia di cittadini fanesi, che quotidianamente si recano per lavoro nel capoluogo di provincia, questa situazione, la mancanza cioè di un collegamento rapido tra le due città, unità al caos del traffico cittadino, provoca una serie di disagi che sono soprattutto di natura economica.


I lavoratori delle imprese artigiane,ad esempio, che quotidianamente si spostano tra le due Città, perdono centinaia di ore/lavoro inutilmente con gravissimi danni per le loro attività, soprattutto ora che con la crisi molte di loro sono con l\'acqua alla gola. Siccome siamo a conoscenza che il Comune di Fano non porterà a termine tutta l\'Interquartieri fino a Gimarra, ma solo fino a Via Trave, sono convinto che i nuovi caselli autostradali sono l\'unica soluzione percorribile. Soprattutto perché con le opere accessorie si potrebbero cantierare anche le bretelle di collegamento ai due nuovi caselli.


Tengo ad informare i cittadini cgià in Veneto sono state adottate soluzioni di questo genere. Alcuni Comuni hanno addirittura stipulato un accordo con la società Autostrade Spa dotando di telepass gratuiti i cittadini che quotidinamente utilizzano l\'autostrada per motivi di lavoro. Ciò ha comportato immediatamente:

- la drastica riduzione del traffico, pesante e leggero della rete viaria urbana.

- diminuzione altrettanto drastica dell\'inquinamento da polvere sottili.

- riduzione degli incidenti stradali, con una riduzione altrettanto significativa dei costi sociali ad essi correlati.


Diciamo dunque un SI grande alla realizzazione dei nuovi caselli, sicuri che solo queste opere, insieme ad una politica della viabilità urbana incentrata sulla sostenibilità e sul trasporto pubblico, riusciranno a risolvere l\'annoso problema del traffico a Fano.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-11-2009 alle 13:36 sul giornale del 07 novembre 2009 - 1800 letture

In questo articolo si parla di politica, italia dei valori, idv, Thomas Olivieri, caselli A14


... Pare proprio, a mio modestissimo parere, che il \"malsano\" stia nell\'idea della \"rinuncia\" al nuovo casello di Pesaro. <br />
Altro guaio è che il tutto è già telenovela che non aiuterà nenache ad accellerare i tempi delle eventuali realizzazioni. Ma, coi tempi che corrono, non possiamo nemmeno pensare di crocefiggere coloro che la pensano diversamente da noi.