Claendario Venatorio: le associazioni animaliste ricorrono contro la Provincia

caccia 1' di lettura Fano 01/11/2009 - Lupus in Fabula, LAC Marche e VAS ricorrono al TAR contro la Provincia di Pesaro e Urbino in persona del Presidente della Giunta Matteo Ricci.

Oggetto dell\'impugnazione il Calendario Venatorio Provinciale 2009/2010 per il quale viene richiesto, sulla base di una lunga serie di vizi procedurali, violazioni e mancate applicazioni della normativa vigente, l\'annullamento previa sospensione.

E\' evidente che da parte delle associazioni si tratta di un atto estremo, giunto al termine di un periodo nel quale il nuovo presidente della Provincia si è sottratto ai numerosi inviti formulati dalle associazioni ambientaliste per ottenere un incontro e discutere di materie molto delicate, come appunto la caccia, rispetto alle quali era auspicato un
segnale di discontinuità con Ucchielli.

L\'incontro non si è mai svolto; viceversa Ricci ha trovato il tempo e il modo di firmare un Calendario Venatorio Provinciale che contiene gravi attacchi alla fauna selvatica e
agli ambienti naturali in generale, come ad esempio il clamoroso prolungamento della caccia al capriolo nei mesi di febbraio, marzo e giugno.

Neanche Ucchielli aveva mai fatto tanto. Il ricorso, seguito dall\'avvocato Leonardo Guidi dello Studio Legale Granara di Genova, è stato depositato presso il TAR delle Marche la settimana scorsa e già entro la terza settimana di novembre avrà luogo la prima discussione dell\'istanza cautelare per la sospensione del provvedimento in itinere, la caccia in deroga allo storno.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-11-2009 alle 18:38 sul giornale del 02 novembre 2009 - 954 letture

In questo articolo si parla di attualità, caccia, lupus in fabula