Sentenza Lido: la Corte d\'Appello dà ragione al Comune

viaggio da incubo a Zanzibar 1' di lettura Fano 28/10/2009 - Nel Consiglio Comunale del 4 agosto è stato approvato, peraltro con il voto della sola maggioranza, il debito fuori bilancio riguardante gli importi pari ad euro 289.711,67 che il Tribunale di Pesaro aveva posto a carico del Comune, alla conclusione del 1° grado di giudizio relativo alla nota vicenda della zona Lido.

In quella sede è stata comunicata la proposizione dell’appello da parte della Avvocatura Comunale. Con piacere ora si comunica, pur nella consapevolezza del lungo percorso del giudizio avanti alla Corte d’Appello, che la Corte stessa, con ordinanza del 15.10.2009 ha disposto la sospensione della provvisoria esecuzione della sentenza con le seguenti motivazioni.


“Ritenuto che, nella specie, è sicuramente ravvisabile il suddetto fumus, in considerazione delle incongruenze giuridiche e delle carenze motivazionali che caratterizzano la pronunzia del primo giudice in ordine alla sussistenza dei fatti costitutivi della pretesa risarcitoria di parte appellata; ed è ravvisabile anche il requisito del periculum in mora, alla luce di quanto fondatamente prospettato dall’appellante e dell’importo elevato della pronunziata condanna.”


Auspicando il buon esito definitivo del giudizio si ringrazia l\'Avvocatura Comunale per l’impegno profuso in questa “secolare” vicenda risalente agli inizi del secolo scorso.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-10-2009 alle 13:43 sul giornale del 29 ottobre 2009 - 911 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, tribunale, comune di fano





logoEV
logoEV