Programma pluriennale del prg: soddisfatto Giacomo Mattioli

giacomo mattioli 2' di lettura Fano 08/10/2009 - Sono molto soddisfatto dell’adozione da parte del Consiglio Comunale del Programma Pluriennale di Attuazione del PRG avvenuta ieri. Il PPA era il primo grande obiettivo che questa Amministrazione si era data per quanto riguarda il settore dell’Urbanistica, ed è stato raggiunto in tempi brevi e con il pieno coinvolgimento di tutti i soggetti interessati.

Non si può negare che il PPA sia basato sui principi del buon senso e della logica: incrociando tra loro le previsioni del PRG con i piani degli investimenti di Comune e ASET è stato possibile verificare quale sarà realmente lo sviluppo del territorio nei prossimi anni, tenendo conto anche dei vincoli imposti dal patto di stabilità. Ecco perché la tanto discussa interquartieri è presente nel PPA solo per il tratto fino a via Trave: è impensabile che nei prossimi 5 anni si possano trovare le risorse finanziare per realizzare contestualmente anche il terzo e quarto tratto, e anche se così fosse difficilmente i lavori avrebbero durata inferiore al periodo di validità del PPA.


Anche così facendo, comunque, l’interquartieri come dice il nome stesso rimarrà una strada di collegamento tra quartieri, interna alla città, e non sarà interessata dal grande traffico di attraversamento. Allo stesso modo, ecco perché i comparti con SUL maggiore di 5.000 mq sono inseriti al 50%: operando diversamente, le previsioni di spesa e durata dei lavori sarebbero state evidentemente poco realistiche. È vero che c’è un previsione di attuare l’81% del PRG nei prossimi 5 anni, ma se si escludono le aree già previste dai PRG precedenti e le lottizzazioni già convenzionate, il dato scende a meno del 50% di nuove previsioni. Una quota parte ragionevole, che però permetterà ai fanesi di scegliere dove andare ad abitare basandosi sulla qualità dei nuovi appartamenti e sulla concorrenza dei prezzi di mercato, invece di trovarsi di fronte a scelte obbligate dai soliti grandi costruttori come in passato.


Da sottolineare anche la quota di PEEP: su tutta la previsione edificatoria residenziale dei prossimi 5 anni, la metà sarà riservata a Edilizia Economica e Popolare, per venire incontro alle difficoltà di accesso alla casa da parte delle categorie sociali più deboli, visto anche il periodo di congiuntura economica.


da Giacomo Mattioli
Consigliere Comunale - La Tua Fano
Presidente della Commissione Urbanistica-Ambiente




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-10-2009 alle 13:26 sul giornale del 09 ottobre 2009 - 1096 letture

In questo articolo si parla di ii circoscrizione, politica, prg, la tua fano, Giacomo Mattioli