Mura e Pincio ripuliti: accordo Comune e Associazione Regresso Arti

Mura e Pincio ripuliti 3' di lettura Fano 18/05/2009 - Anche quest\'anno il Comune di Fano ha accolto la nostra offerta di pulizia di beni monumentali in cambio dell\'uso della Rocca Malatestiana, del Patrocinio e di un contributo economico per una mostra degli artisti dell\'Associazione Regresso Arti che si svolgerà nel mese di Settembre.

Anche a seguito del servizio andato in onda il 12/5 su Fano TV, ci siamo resi conto che alcune scritte erano nuovamente apparse, abbiamo così effettuato con estrema urgenza la pulizia delle mura romane e delle mura del Bastione Nuti al Pincio il 13 pomeriggio, mentre in mattinata eravamo a Pesaro a ripulire una parete in via Branca. Stessa offerta venne accettata dal Comune di Fano nel 2007 e nel 2008 e le mura tornarono puntualmente pulite. La tipologia del nostro intervento, che consiste in una microsabbiatura ecologica utilizzando come materiale il silicato d\'alluminio, è ampiamente collaudata ed approvata dalla Soprintendenza delle Belle Arti.

Qualcuno i giorni scorsi, nel tentativo di utilizzare per fini politici il problema del vandalismo, ha parlato nella stampa locale di \"scarsa attenzione della Giunta nei confronti delle Mura Romane\" e la cosa mi parve quantomeno fuorviante, tanto più che la nostra proposta, accolta, comprende pronti interventi di pulizia gratuiti nel caso che le Mura venissero nuovamente imbrattate durante l\'anno. E\' tuttavia importante la collaborazione di tutti i cittadini, che invitiamo a segnalarci tempestivamente la comparsa di nuove scritte lungo le mura (il mio numero: 349 0741792, Franco Cenerelli) ed il nostro intervento sarà immediato ed immediata scatterà anche la denuncia contro ignoti visto che nei casi di monumenti e centri storici, questa avviene d\'ufficio. Denuncia e pesanti conseguenze penali sono elementi fondamentali per contrastare il fenomeno del vandalismo: come diceva Mao Zedong \"Colpirne uno per educarne cento\".

Per quanto riguarda il Campus scolastico devastato dalle scritte, ci risulta che gli edifici scolastici secondari sono di pertinenza provinciale e quindi il Comune c\'entra poco, comunque, per la cronaca, inviammo proposta, completa di preventivo, di pulizia del Campus di Fano (oltre che quello di Pesaro) alla Provincia nel 2007 e di quella del Liceo di Urbino nel 2008 ma siamo ancora in attesa di risposta.

Intendiamo portare avanti con fermezza la guerra ai vandali nonostante ci siano in campo forze politiche ostili che intendono ostacolarci con ogni mezzo. In un \"dossier\" pubblicato nel sito del Movimento RadicalSocialista, movimento che anche a Fano ha i suoi proseliti, si legge:

\"…si tratta per costui, (Franco Cenerelli n.d.r.) e quindi per l’Associazione di cui è il principale e fondamentale animatore, di una battaglia ideologica, battaglia che rischia di coinvolgere le amministrazioni cui offre collaborazione in operazioni di “pulizia visiva etnica” che poco hanno a che vedere con esigenze di pulizia e decoro ma che si intrecciano ben strette con una concezione del proprio operato legata a ideologia neofascista.\" (Vedi: http://www.radicalsocialismo.it/index.php?option=com_fireboard&Itemid=20&func=view&id=32276&view=threaded&catid=1








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-05-2009 alle 16:16 sul giornale del 18 maggio 2009 - 989 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, Associazione Regresso Arti





logoEV