Marotta: Diotallevi sulla chisura phone center, ottenuto quanto auspicavamo

market via litoranea marotta 2' di lettura Fano 29/04/2009 - \"Finalmente il Sindaco si è svegliato dal torpore è ha provveduto con un’ordinanza: in buona sostanza l’attività dovrà cessare alle ore 20 con avviso al pubblico all’interno e all’esterno del locale\".

Finalmente abbiamo ottenuto quanto auspicavamo. Dopo aver segnalato ripetutamente con interrogazioni e a mezzo stampa (da ultimo nell’ottobre 2008), lo stato di disagio dei condòmini di Via Litoranea 154 a Marotta (nei pressi del semaforo) contro le intemperanze, gli schiamazzi ed il comportamento a volte indecoroso da parte di alcuni frequentatori di un’attività commerciale ivi presente che svolge anche attività di phone center e di trasferimento denaro, finalmente il Sindaco si è svegliato dal torpore è ha provveduto con un’ordinanza: in buona sostanza l’attività dovrà cessare alle ore 20 con avviso al pubblico all’interno e all’esterno del locale.



D’altra parte l’intervento non poteva essere più rimandato visto che il questore aveva provveduto nel mese di marzo, dopo l’ennesimo litigio fra extracomunitari, a sospendere per 15 giorni l’attività di phone-center, quella per cui la Questura è competente. Per l’attività di commercio, iniziata a fine 2002, è invece competente il Comune e nonostante ripetuti solleciti da parte della Lista Civica Per Cambiare e da parte dei cittadini nessun provvedimento era stato preso anche se il disagio si trascinava da lungo tempo. Purtroppo avevamo avuto le solite risposte: provvederemo, vigileremo, controlleremo ma tutto era poco credibile visto che i problemi si verificavano nelle ore serali in cui i vigili non sono in servizio (fatta eccezione per il periodo estivo).



Il ritardo del Sindaco è ancora più colpevole se si pensa che gli strumenti normativi per la tutela della sicurezza urbana sono presenti da quasi un anno per merito dell’attuale governo: il d.l. 92/2008 del 23/05/2008 e il Decreto Maroni del 05/08/2008. E’ veramente incomprensibile come un Sindaco, pur avendo maggiori poteri in materia di ordine e sicurezza pubblica abbia atteso tutto questo tempo per provvedere, col rischio fondato di trovarsi di fronte ad un evento irreparabile ormai accaduto. Per quanto ci riguarda vigileremo costantemente per porre all’attenzione delle autorità situazioni di pericolo potenziale ed effettivo per l’incolumità pubblica, nella speranza di avere risposte veloci e concrete.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-04-2009 alle 16:50 sul giornale del 29 aprile 2009 - 1979 letture

In questo articolo si parla di mondolfo, politica, marotta, carlo diotallevi, per cambiare, francesco bassotti





logoEV