Valentini: nel mio programma priorità alle politiche sociali

2' di lettura Fano 22/11/2008 - \"Le politiche sociali sono al centro del programma elettorale del Centro Sinistra: la città ha un assoluto bisogno di rivedere certi temi tra le priorità di intervento\".

Così il candidato sindaco della coalizione di Centro Sinistra, Federico Valentini, accolto da numerosi applausi nella sala di Santa Maria Nuova, dove si è discusso di povertà e impoverimento delle famiglie fanesi. L\'iniziativa, organizzata dal PD, ha visto una bella partecipazione di pubblico: dopo gli interventi tecnici e il dibattito aperto alla cittadinanza, il candidato Valentini ha preso la parola dando risposte agli interrogativi emersi durante la serata.


\"L\'attuale giunta ha di fatto smantellato l\'assessorato ai servizi sociali - ha detto - sostituendolo con Fano Solidale: e allora sono stati impegnati 500 mila euro per la costituzione del fondo patrimoniale che servirà per rifare le piste da ballo dei circoli anziani, per portare gli anziani in montagna e organizzare campagne antifumo; tutte belle cose, per carità, ma che non rappresentano di certo una risposta alle emergenze sociali. La crisi a cui andremo incontro, soprattutto dalla primavera 2009, sarà particolarmente aggressiva perciò, occorre essere preparati a fronteggiarla. Io dico che servono interventi diretti in favore delle famiglie, anche per ritornare a rilanciare i consumi. Serve dunque un fondo per il pagamento degli affitti, l\' aumento del fondo per coloro che non arrivano a pagare le bollette mensili. E penso anche ad aiuti concreti verso tutti quei nuclei che hanno anziani non autosufficienti, prevedendo per loro contributi a fondo perduto. E ancora, un maggior coordinamento e sostegno fattivo alle azioni delle associazioni di volontariato collaborando sia nella organizzazione dei servizi sia mettendo a disposizione le mense pubbliche a supporto di quelle del volontariato.


Di più - incalza Valentini - : la nostra città ha un grande patrimonio accumulato nel corso degli anni, con lasciti finalizzati al sostegno dei più deboli, come palazzi storici, circa 250 case coloniche, un migliaio di ettari di terreni agricoli. Perchè non destinare parte di queste per costruire alloggi di edilizia sociale? Per fare questo non occorre nessuna Stu, semplicemente una buona e corretta sinergia tra il pubblico e il privato avvalendosi delle procedure previste dalla legge Finanziaria coniugate con la responsabilità sociale d\'impresa. Credo che la nostra città abbia anche bisogno vicino all\' assessorato al commercio anche di uno a tutela dei consumatori; e ciò senza aumentare il numero degli assessori che intendo comunque ridurre rispetto all\'attuale amministrazione composta di 10 assessori oltre il Sindaco\".


da Federico Velentini
candidato sindaco centro sinistra




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-11-2008 alle 01:01 sul giornale del 22 novembre 2008 - 753 letture

In questo articolo si parla di politica, Federico Valentini, Fedrico Velentini