PRG di Fano: domani il giorno della verità

Fano 13/11/2008 - Venerdì mattina si riunisce la giunta provinciale, già sbloccata la questione \"strada delle barche\". Intanto Aguzzi ferma la realizzazione dell\'interquartieri: \"troppo costosa e inutile\".

Dopo giorni di critiche da parte della segreteria di Sinistra Unita e le esternazioni dell\' associazione \"Lupus in fabula\" che ha dichiarato di voler ricorrere al Tar qualora il piano non venisse rivalutato, siamo arrivati al giorno delle verità riguardo il PRG di Fano.


Domani infatti la giunta provinciale, dopo aver esaminato gli atti del comitato tecnico territoriale, rilascerà il proprio parere. Solo allora si vedrà se avrà recepito le osservazioni dei tecnici, osservazioni molto severe riguardo al piano urbanistico sia in termini di popolazione che in termini di conseguenza di incremento edilizio, o se accoglierà le tesi della giunta Aguzzi.


Intanto, ammettendo un errore tecnico, la Provincia ha rivisto il \"no\" alla realizzazione della \"strada delle barche\" (che mercoledì ha visto sancito in consiglio regionale 3 milioni di euro attraverso l\'approvazione dei fondi FAS), ritenuta un\'arteria importante per il commercio di tutta la provincia.


Nel frattempo il primo cittadino ha dichiarato che, qualora venisse riconfermato alla carica della città anche nella prossima legislatura, l\'interquartieri non verrà completata perché troppo costosa. L\'arteria si fermerà dunque nella zona \"Trave\" dove i cittadini hanno subito richiesto un\'assemblea pubblica per poter discutere i problemi di traffico che la mancata strada potrebbe far confluire proprio in quel quartiere. \"Con la realizzazione della circonvallazione, non sarebbe più necessaria la costruzione dell\'interquartieri\" ha dichiarato il primo cittadino \"il problema del traffico sarà risolto dalla terza corsia dell\'autostrada\".







Questo è un articolo pubblicato il 13-11-2008 alle 01:01 sul giornale del 13 novembre 2008 - 860 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, prg, stefano aguzzi, Elena Serrano, strada delle barche, interquartieri





logoEV