Il \'Diritto al dialogo\' nella città dei bambini

Fano 13/11/2008 -

\"Il bambino ha il diritto di dire ciò che pensa con i mezzi che preferisce\", è l\'art. 13 della convenzione per i diritti dell\'infanzia, principio ispiratore dell\'iniziativa organizzata dal Comune di Fano per il 20 novembre al Teatro della Fortuna.



Un incontro nato nell\'ambito de \"le città sostenibili dei bambini e delle bambine\", il progetto promosso dal Ministero dell\'Ambiente che ha l\'obiettivo di avviare nelle città interventi, sia nella direzione dello sviluppo sostenibile a livello interno ed internazionale, che a favore dell\'infanzia, sulla base delle indicazioni e degli impegni derivanti dalle conferenze dell\'ONU di Rio de Janeiro e Istanbul.


Fano fa infatti parte di quella rete di città che ha deciso si modificare la filosofia di governo dell\'ambiente urbano assumendo il bambino quale parametro per lo sviluppo sostenibile e la trasformazione delle città. \"Più che attivare nuovi servizi per l\'infanzia, suggerisce di abbassare l\'ottica della amministrazione al livello dei bambini, per essere in grado di accogliere e rispondere alle esigenze di tutti i soggetti sociali\" questo il codice etico del progetto.


Il programma dell\'incontro prevede l\'accoglienza di ragazzi alle 9,30 a seguire il saluto delle autorità. Poi gli la parola ai ragazzi, i veri protagonisti dell\'iniziativa. A concludere le considerazioni dell\'autorità di garanzia per il rispetto dei diritti di adulti e bambini OMBUDSMAN regionale.








Questo è un articolo pubblicato il 13-11-2008 alle 01:01 sul giornale del 13 novembre 2008 - 820 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, teatro della fortuna, Elena Serrano, fano città dei bambini