Vincenzina Turriani: a cosa serve quel bus?

Fano 06/11/2008 - La presidente della prima circoscrizione dice la sua su \"Bussola\", il progetto di recente presentato dall\'Assessorato alle Politiche Giovanili.

Prendendo a pretesto il troppo alcool e gli incidenti del sabato sera, il signor Carloni mette a disposizione dei giovani, immaginiamo anche dei meno giovani, fanesi, un bus che li porterà in posti scelti. Quello che vorrei sapere scelti da chi? Perché una discoteca di Marotta invece di una di Gabicce o una di Pesaro, oppure una ad Acqualagna?

Ci aspettiamo che nel mondo del libero mercato, auspicato da Carloni e dai suoi amici, un\'imprenditrice privata non abbia bisogno che il comune gli porti giovani festanti ma che paghi il bus di tasca sua, come fanno in Romagna.

Altra possibilità potrebbe essere quella dell\'entrata gratis in discoteca per tutti i partecipanti al viaggio in bus. Ma allora che ci guadagna la discoteca? Le consumazioni?

Allora, ricominciamo da capo: a cosa serve questo giro in bus? A sensibilizzare i giovani verso il problema dell\'alcol o farli bere tranquillamente facendo pagare il viaggio ai cittadini fanesi che non salgono sul bus?

Vincenzina Turriani
Presidente I circoscrizione




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-11-2008 alle 01:01 sul giornale del 06 novembre 2008 - 1712 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, mirco carloni, Elena Serrano, vincenzina turriani, I circoscrizione


un servizio reso ai giovani, soprattutto se volto a salvar loro la vita \"dignum et iustum est\". Bere non non vuol dire ubriacarsi e gli incidenti sono spesso causati dal sonno dalla stanchezza fisica. Se la Turriziani suggerisce di mandarli tutti a nanna \"con le galline\", dever sapere che il proibizionismo non ha mai dato buoni frutti.