Volantinaggio nelle scuole, Zenobi: Propaganda alle spalle dei genitori

dany zenobi Fano 05/11/2008 - \"Alcuni genitori di bambini ci segnalano un fatto accaduto presso la scuola elementare campus di Marotta\".

Alcuni genitori di bambini che frequentano le scuole elementari del comune di Mondolfo ci segnalano un fatto accaduto presso la scuola elementare campus di Marotta che ha suscitato in loro un autentico fastidio, esprimendoci tutta la loro contrarietà e il fermo intento di non lasciar passare inosservato un comportamento di alcuni insegnanti elementari giudicato sopra le righe e fuori luogo. In effetti pensiamo che questi genitori abbiano ragione di lamentarsi: pochi giorni fa infatti, all’interno del suddetto plesso scolastico, è stato effettuato da parte degli insegnanti un volantinaggio tra i piccoli delle scuole elementari, ai quali è stato consegnato un breve comunicato da veicolare ai rispettivi genitori, con indicazioni e posizioni per una assemblea da tenersi da li a pochi giorni di distanza, in cui discutere gli ultimi provvedimenti del governo in materia scuola.



Tale attività di volantinaggio sarebbe inoltre stata effettuata in orario di lezione, tra la prima e la seconda campanella, quando è consentito uscire un po’ prima ai bambini che devono prendere i mezzi pubblici. Concordiamo sul fatto che questo comportamento, così come ci è stato raccontato essere avvenuto, non sia corretto per due motivi: innanzitutto le scuole, specie quelle dei ragazzi più piccoli, sono luoghi in cui la politica in generale e le sue attività connesse (poiché di questo si è trattato, anche se il volantino appare furbescamente scritto in un tono “quasi” neutrale) debbono restarne fuori il più possibile.



Il volantinaggio si fa fuori dalle scuole, incontrando a viso aperto le facce dei genitori, che possono anche rifiutare invece che ritrovarsi il volantino dentro lo zaino dei figli, e lo si fa utilizzando il proprio tempo dopo il lavoro senza scappare via subito per il pranzo e non sprecando quello riservato all’orario di lezione, anche se nella confusione delle due campanelle fare lezione può apparire un eufemismo: i principii vanno rispettati fino in fondo poiché sono anche simboli di buon comportamento.



In secondo luogo, al di la del fatto in questione, che certamente non ha la stessa gravità delle tristi scene viste in TV con i bimbetti alla testa di corte urlanti, usati, viene il caso di dire, a mò di “scudo umano”, sta invece un secondo atteggiamento, più subdolo e insidioso: quello del genitore che si trova il bimbo di 10 anni che a un tratto esclama: io non voglio un solo maestro! Questo infatti accade anche da noi; ed allora la questione non è solo quella di un volantinaggio un po’ birbone che magari lascia il tempo che trova (anche se come abbiamo detto prima i simboli contano); qui compare un sistema di inculturazione e di propaganda strisciante, fatto alle spalle dei genitori, che non hanno modo di verificare e impedire ciò che ai bimbi viene detto o insegnato e che esula invece dalle loro coscienze di creature semplici e ingenue.



Il messaggio dunque deve essere chiaro, fermo e deciso verso tutti i maestri: fate il vostro dovere di insegnanti con coscienza e scrupolo e quindi tenete lontano dai nostri figli le vostre bagarre sindacali e politiche, poiché anche noi grandi ne facciamo volentieri a meno!



Dany Zenobi e Carlo Diotallevi

consiglieri comunali Mondolfo






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-11-2008 alle 01:01 sul giornale del 05 novembre 2008 - 1036 letture

In questo articolo si parla di mondolfo, politica, dany zenobi


Anonimo

Ogni iniziativa che permatta di saperne di più è ben accetta, visto che la politica quasi mai è disponibile al confronto. Ben vengano tutte le riunioni possibili immaginabili, alla fine conoscendo le differenti campane ognuno tira le sue somme.<br />
Tutto il contrario il modo di fare del governo che tira diritto a suon di decreti.<br />
<br />
I bambini portano il volantino a casa e lo consegnano ai genitori e se va bene chiedono spiegazioni, parlando così di un tema in cui possono dare il loro contributo, altrimenti viene stracciato. <br />
Non vedo lo scandalo, il vero scandalo è questa ricerca del \"politicamente corretto\" in barba alla sostanza con la quale la politica sia essa di destra o di sinistra sta cercando di annichilire le persone.<br />
<br />
Saluti, massimo.

Anonimo

Lei davvero trova scandaloso l\'aver comunicato ai genitori l\'intenzione di svolgere un\'assemblea per spiegare/discutere la riforma della scuola primaria? Crede forse che in questa Italia berlusconiana non vi sia più la libertà di discutere le scelte del governo? Crede anche lei che la scuola pubblica debba essere demolita? Legga le parole del Calamandrei al riguardo!<br />
Saluti, Luigi.<br />