L\'Incontro Internazionale Polifonico prosegue con due serate di musica sacra

Coro Svezia 3' di lettura Fano 11/09/2008 - Archiviata la prima serata del 35° Incontro Internazionale Polifonico Città di Fano, inaugurato dal Coro Polifonico Malatestiano con una prima esecuzione assoluta composta da Lorenzo Donati per i 40 anni del coro, la manifestazione, organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune in collaborazione con il Coro Polifonico Malatestiano e sponsorizzata da Carifano, continua con due serate di musica sacra nella consueta e splendida cornice della Basilica di San Paterniano – inizio 21,15. Italia, Repubblica Ceca e Svezia sono le nazioni rappresentate dai cori protagonisti del concerto di giovedì 11.

Ad aprire il concerto tocca al coro Torino Vocalensemble, una delle più qualificate compagini italiane, diretto da Carlo Pavese a sua volta un direttore di coro tra i più quotati, allievo di Gary Graden. Nato nel 2008 il coro ha già cantato più di ottanta concerti in Italia e all’estero, eseguendo un repertorio di oltre centoventi composizioni, tra cui quindici prime assolute ed esibendosi nei festival e manifestazioni più importanti. A Fano porterà in anteprima alcuni brani della Missa Lorca di Corrado Margutti che il coro presenterà integralmente in prima esecuzione italiana il prossimo 21 settembre al MITO Settembre Musica, gemellaggio musicale tra Milano e Torino con circa 230 eventi in programma. Improvvisazione corale e interazione con altre forme artistiche testimoniano il desiderio del coro torinese e del suo direttore di superare la concezione tradizionale di concerto corale attraverso una incessante sperimentazione di nuove forme e possibilità.



La seconda formazione ad esibirsi, Cantemus, è un coro femminile da camera proveniente dalla città di Liberec nella Repubblica Ceca e diretto, dal 1994, da Vlasta Hejnicova, una formazione che in venticinque anni di attività ha cantato in tutta Europa e che si dedica soprattutto alla musica del XX secolo. In programma brani sacri di autori tra ‘700 e ‘900 tra cui Vere Languores del compositore veneziano Antonio Lotti vissuto tra la fine del ‘600 e la metà del secolo successivo, autore di teatro, maestro di Cappella di S. Marco negli ultimi anni della sua vita, l’Ave Maria di Zoltán Kodály, compositore ungherese che operò fino alla metà del ‘900 elaborando, tra l’altro, canti e cori su modelli del folclore magiaro che entrarono nel repertorio popolare e O Jesu mi dulcissime omaggio al compianto artista fanese Silvio Zanchetti. Chiude il concerto il St. Jacob’s Chamber Choir di Stoccolma, Svezia, ritenuto uno tra i più importanti cori del mondo, diretto da Gary Graden, illustre e famoso direttore americano, allievo del grande direttore d’orchestra Eric Ericson, già ospite a Fano nelle prime due edizioni dell’Accademia Europea di Direttori di Coro.



Sicuramente una delle formazioni più apprezzate a livello internazionale e centro per la musica sacra in Svezia. Ha vinto molti premi e si è esibito con grandi orchestre e collaborato con acclamati artisti tra cui, per citarne solo alcuni, Ann-Sofie von Otter, l’Hilliard Ensemble, Peter Mattei, Malena Ernman, Kerstin Avemo. Il suo direttore, Grary Graden, è una vera e propria star della conduzione corale, apprezzato e richiesto in tutto il mondo anche come docente di masterclass e corsi di perfezionamento. Per la prima esibizione al festival fanese ha scelto la Messa per doppio coro di Frank Martin, compositore svizzero morto a 84 anni nel 1974, una pagina del 1929, che l’autore, però, ritenendola ‘faccenda’ privata tra lui e Dio, tenne segreta per quasi quarant’anni. Venerdì 12 ancora un appuntamento di musica sacra (stessa ora, stesso posto) e poi sabato 13 il festival si trasferisce nel Teatro della Fortuna per il gran finale.


Inizio concerti ore 21.15 Ingresso libero.

Info: Ufficio Cultura Comune di Fano 0721.887412/3. Per la serata del 13 settembre ritiro del tagliando di assegnazione gratuita del posto presso il Botteghino del Teatro della Fortuna (0721.800750, botteghino.teatro@comune.fano.ps.it), esclusivamente il giorno stesso del concerto dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 17.00 alle 19.00.

www.polifoniafano.altervista.org






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 11 settembre 2008 - 1236 letture

In questo articolo si parla di musica, fano, comune di fano, coro svezia





logoEV