Mondolfo: schianto in scooter, confermati i rilievi dei Carabinieri

2' di lettura 27/08/2008 - Non ci sarebbero nuovi elementi per rivedere la dinamica dell\'incidente che ha provocato la morte di Fabrizio Donati, il 45enne di Mondolfo, deceduto all\'alba di domenica mattina lungo la provinciale Pergolese.

L\'uomo, che viaggiava in sella al suo scooter Scarabeo, secondo i rilievi effettuati dai Carabinieri di Ripe in collaborazione con il nucleo radiomobile di Senigallia, intorno alle sei di mattina avrebbe perso all\'improvviso il controllo del mezzo andandosi a schiantare contro il muretto della rotatoria che porta a Monterado.

Uno schianto tremendo e un violento impatto con l\'asfalto che non ha lasciato scampo a Donati, morto praticamente sul colpo a seguito delle gravi ferite riportate e in particolare del trauma cranico. A nulla infatti è servito purtroppo il casco di protezione. Intervenuti sul luogo della tragedia però i familiari della vittima hanno chiesto ulteriori chiarimenti avendo notato dei segni, sia sull\'asfalto che lungo il guardrail, che potrebbero far pensare alla presenza di un altro mezzo. Al momento dell\'incidente però non c\'erano veicoli sulla strada. A dare l\'allarme infatti sono stati i primi automobilisti che sono arrivati alla rotatoria e che si sono però già trovati davanti la tragedia.

A confermare la dinamica dell\'incidente elaborata dagli inquirenti ci sarebbe anche la testimonianza di uno dei primi soccorritori. Un uomo che stava facendo benzina, nel distributore vicino alla rotatoria, che ha riferito di aver sentito il rumore di una frenata e poi un gran botto. Voltatosi il testimone ha visto lo scooterista a terra, senza alcun altro veicolo, e subito ha chiamato il 118.






Questo è un articolo pubblicato il 27-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 26 agosto 2008 - 957 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, monterado, mondolfo