Pesaro: \'Thriller alla Rocca!\' alla Rocca Costanza

musica 5' di lettura Fano 19/08/2008 - Thriller alla Rocca”! Mercoledì 20 agosto alle 21, alla Rocca Costanza di Pesaro, proiezione del film “The Lodger” (1926) di Hitchcock con musica originale di Roberto Molinelli eseguita dal vivo dall’Orchestra Sinfonica Rossini in formazione cameristica. È l’ultimo concerto di “Interludio - 2008”, rassegna di concerti estivi a cura dell’Ente Concerti di Pesaro. 

Preparatevi a un “Thriller alla Rocca”! Straordinario l’appuntamento di mercoledì 20 agosto alla Rocca Costanza di Pesaro, alle 21, a chiusura del concentrato e pregevole cartellone di “Interludio 2008” curato dall’Ente Concerti. Il compositore marchigiano Roberto Molinelli ha infatti scritto musiche originali per “The Lodger” di Alfred Hitchcock, film del 1926 che sarà proiettato e musicalmente commentato dal vivo alla Rocca. In caso di maltempo i concerti si svolgeranno presso il Teatro Sperimentale. Il grande regista considerava “The Lodger” come il suo “primo vero film” e già esempio del suo stile straordinario tra suspense e analisi psicologica. Il Maestro Molinelli dirigerà l’Orchestra Sinfonica G. Rossini in formazione cameristica per l’occasione, facendo rivivere ai presenti l’emozione delle prime proiezioni cinematografiche dotate di sonoro eseguito dal vivo. Gli straordinari fotogrammi di Hitchcock recupereranno così il loro più antico sapore espressivo, sia grazie al suggestivo contesto della Rocca, sia attraverso la partitura sonora come parte attiva della proiezione.





La musica, lungi dall’essere di semplice sottofondo, diventa cioè un vero e proprio personaggio che affianca e sottolinea gli stati emotivi, le atmosfere avvolte da nebbia e tensione, le suggestioni splendidamente rese dalla regia e dalla fotografia hitchcockiana. La partitura pensata da Molinelli per questo film è una miscela di stili dalla classica al jazz, fino alla lirica e prevede anche interventi di strumenti elettronici anni ‘70 per creare un connubio tra le sonorità tipiche dei film horror recenti e gli strumenti tradizionali. Il Maestro Molinelli parla di una musica capace di stare in piedi da sola, che nasce cresce, si evolve e che allo stesso tempo scorre in impegnativo sincrono con le immagini. Ciò consente alcune riflessioni, fa notare la direzione dell’Ente Concerti, la prima delle quali è che la musica al cinema è arrivata prima della parola in una priorità inversa a quella di oggi. Per quanto efficace, oggi la colonna sonora è solo un ‘completamento’ della pellicola basata su immagini e parole; mentre quando tutto è iniziato, nel lontano 1895, la musica era invece l’unico “suono logicamente organizzato” nel buio di una sala dove immagini mute in movimento sorgevano da un luogo misterioso.





I dialoghi erano scritti su cartelli posti tra una scena e l’altra, ma in sala c’era sempre almeno un pianista a commentare i momenti salienti, perché il racconto che si svolgeva sullo schermo aveva bisogno anche della dimensione sonora per acquistare concretezza e significato. Straordinaria dunque la possibilità di rivivere un’esperienza cinematografica che oggi sempre così lontana. Straordinaria anche l’esperienza musicale data l’originalità delle musiche eseguite. Fin dall’inizio, nel genere si cimentarono tra l’altro anche i più grandi compositori dell’epoca, da Saint-Saëns a Mascagni, da Satie a Hindemith, da Šostakovic a Prokofiev, con pagine eseguite estemporaneamente, talora anche da un’orchestra. Il cartellone di “Interludio - Concerti alla Rocca Costanza” è a cura dell’Ente Concerti di Pesaro, con il sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro/Banca Marche e il contributo di Presidenza del Consiglio dei Ministri, Direzione Generale dello Spettacolo/Regione Marche, Giunta Regionale, Assessorato Cultura. La decorazione floreale è curata da ASPES Multiservizi s.p.a. Il biglietto posto unico costa 15 euro, ridotto a 10 (per soci Ente concerti, giovani fino a 25 anni, persone oltre i 65). I biglietti saranno in vendita il giorno stesso del concerto presso il Teatro Sperimentale dalle 16 alle 19 (telefono 0721.387548) e un’ora prima del concerto a Rocca Costanza.




Roberto Molinelli

Nato ad Ancona, violista, compositore e direttore d’orchestra, dopo il diploma in viola al Conservatorio di Pesaro con il massimo dei voti e la lode, ha vinto concorsi nazionali e internazionali e ha suonato come solista con importanti orchestre (anche come prima viola solista) e in formazioni cameristiche nelle più prestigiose sale da concerto italiane ed estere. Ha al suo attivo numerose registrazioni per radio e tv e cd con importanti prime assolute. È docente di viola al Conservatorio di Pescara, Direttore Artistico dell’Orchestra da Camera di Bologna e fondatore dell’Ensemble Opera Petite (recentemente esibitosi in Giappone). Come compositore ha collaborato con artisti italiani e stranieri (tra essi Andrea Bocelli, Sara Brightman, Gustav Kuhn, Cecilia Gasdia, Anna Caterina Antonacci, Andrea Griminelli, Lucio Dalla, Valeria Moriconi, Enrico Dindo, Danilo Rossi, Federico Mondelci) realizzando lavori inediti per spettacoli a fianco di orchestre di levatura internazionale. Abbraccia i generi musicali più diversi (classico, sinfonico o da camera, jazz, leggero, colonne sonore) e molte suoi lavori sono stati proposti in sedi importanti (Carnegie Hall, Scala, Euroradio, Teatro Hermitage ecc.) sempre con grande successo e per importanti occasioni (anniversario della scomparsa di Papa Wojtyla, ricordi di Astor Piazzola, di Maria Montessori e di Leonard Bernstein, Giubileo 2000, commemorazione dell’11 settembre 2001 ecc.) e in diversi Paesi del mondo. Una sua composizione originale è stata scelta come colonna sonora della campagna pubblicitaria Barilla, in onda da settembre 1999.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-08-2008 alle 01:01 sul giornale del 19 agosto 2008 - 954 letture

In questo articolo si parla di musica, spettacoli, associazione





logoEV