Sorcinelli: Polidoro sbaglia i conti, il PdL ha perso voti

La Destra 2' di lettura Fano 25/04/2008 - Non ci piace entrare in polemica con chi fa parte del Centrodestra, ma le esternazioni dell\'attuale Capogruppo di AN, il dott. Polidoro, sulle elezioni, ci costringono ad intervenire, visto che nei suoi conteggi perfino la matematica diventa un opinione.

Che la scelta di AN di rinunciare al simbolo, per correre con Forza Italia nel Popolo delle Libertà, sia stata una scelta vincente anche a Fano è cosa che non sta né in cielo, né in terra.


Infatti alle politiche di due anni fa i partiti del Popolo delle Libertà alla Camera avevano ottenuto il 36,1% e sono scesi oggi al 35,5%. E\' vero che la crescita della Lega, (più 2,2%), ha compensato il risultato poco soddisfacente del Popolo delle Libertà, ma resta il fatto che, anche se è cresciuta la coalizione, nella nostra città, come in gran parte del Centro Nord, la prima uscita del Popolo delle Libertà non ha avuto successo.


D\'altronde era stato facile profeta chi nella Lega alcune settimane fa aveva detto che non avevano neanche bisogno di fare campagna elettorale per vincere: ad ogni esternazione di Fini la Lega guadagnava centinaia di voti da Alleanza Nazionale.


E va ricordato che questo risultato è stato ottenuto dal Popolo delle Libertà grazie allo spauracchio della legge elettorale per le politiche, alle sue soglie di sbarramento e al suo premio di maggioranza assoluta in Parlamento, anche a quel partito che in realtà è solo una maggioranza relativa fra gli elettori. Altro che la cosiddetta Legge Truffa degli anni cinquanta…!!!


Pertanto alle prossime amministrative crediamo che le cose andranno diversamente, perché il bipartitismo non fa parte della nostra storia, né è consono alla natura degli Italiani; da noi non c\'è la tradizione inglese o americana, con due soli partiti.


Un conto è il bipolarismo, in cui più partiti si alleano prima delle elezioni, intorno ad un programma e ad un candidato, sistema che anche noi condividiamo; altro è il bipartitismo, in cui esistono due soli partiti.


Oggi gli Italiani praticamente sono stati costretti in due soli partiti, come in una camicia di forza, dalla peggiore legge elettorale che si sia mai vista e crediamo che si prenderanno una rivincita appena potranno.


Tra l\'altro dobbiamo aggiungere che non ci è piaciuta la definizione di \"destra radicale\", che sembra indirizzata proprio a noi: non vorremmo che domani ci si definisse destra estrema e magari dopodomani destra impresentabile.


Noi siamo semplicemente la Destra, come esiste da tanti anni in Italia, che si riconosce nei Valori che sono stati prima del MSI DN e poi di Alleanza Nazionale, almeno finchè il sig. Fini non ha pianificato di spostarla al centro.


Noi preferiamo rimanere a Destra, non vogliamo rinunciare alla nostra identità e crediamo che questo a molta gente non dispiaccia


da Federico Sorcinelli

consigliere comunale \"La Destra\"





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 24 aprile 2008 - 765 letture

In questo articolo si parla di politica, la destra, Federico Sorcinelli





logoEV