Mondolfo: bilancio, Cavallo attacca Bassotti

Comune di Mondolfo 4' di lettura 03/04/2008 - \"Mi meraviglia il consigliere del centrodestra Bassotti di come sull\'Ici non sia in linea con il suo presidente Berlusconi che in diretta tv ha annunciato proprio martedì sera che in caso di vittoria toglierà a tutti gli italiani l\'Ici, senza parlare di unica casa di proprietà e senza dettare altre condizioni come Isee e quant\'altro.\" 


\"Ho addirittura avuto il dubbio che come Giunta avessimo scopiazzato dal suo programma, documento però che non sembra essere materia conosciuta a menadito dal nostro consigliere comunale Bassotti, dunque anche Berlusconi penalizza i deboli?\".


Con queste parole il sindaco di Mondolfo, Pietro Cavallo, rilancia la posizione della Giunta proprio in materia di Ici, ribadendo come l\'Amministrazione mondolfese, anche su accordo con le organizzazioni sindacali, abbia intrapreso una strada davvero innovativa e di sostegno alle famiglie.


\"I criteri con cui viene decisa l\'esenzione - spiega il primo cittadino - è bene che Bassotti ricontrolli il regolamento, anche quello dei servizi sociali, onde evitare ogni volta di sparare sul mucchio senza cognizione di causa con l\'unico effetto di dare notizie false ai cittadini - riguardano infatti coloro che hanno una casa di proprietà non di lusso ma di necessità e che abbiano superato i 65 anni.


Condizione, forse Bassotti non lo sa, che gli uffici comunali controllano, evitando in tal modo tutti i cavilli burocratici che il conteggio con l\'Isee aveva comportato negli anni passati: disagi che ci sono stati segnalati sia dai sindacati pensionati che dagli stessi Caaf su segnalazione degli stessi cittadini.

Quindi mi sembra che alla base della decisione della Giunta ci sia proprio lo snellimento burocratico a favore dei cittadini\".


Inoltre, secondo quanto riferisce il sindaco di Mondolfo, non risulta che all\'interno del Comune ci siano persone che pur dichiarando una sola ed unica proprietà immobiliare siano degli zii paperoni con milioni di euro nascosti in cassette di sicurezza.


\"Potrebbero anche verificarsi un paio di casi dove soggetti così potrebbero essere agevolati, ma resta il dato incontrovertibile che siamo andati incontro ad oltre 1.000 cittadini con i giusti requisiti\".


Altro dato importante stigmatizzato dal sindaco Cavallo è quello relativo all\'informazione da parte dell\'Ente:

\"Forse Bassotti non sa che gli uffici preposti ogni anno inviano a tutti i residenti una lettera contenente tutte le nuove applicazioni in materia di Ici con i relativi parametri di accesso: questa modalità potrebbe suggerirla a Berlusconi in caso di vittoria per informare tutti gli italiani\".


Sul versante delle proposte a favore del Welfare che non sarebbero state prese in considerazione dalla Giunta, il primo cittadino ricorda al consigliere comunale di centrodestra Bassotti che è stato approvato anche un regolamento dei servizi sociali contenente norme in materia di sussidio a famiglie con portatori di handicap ed altre situazioni di disagio e che quindi come minoranza, neanche in questa occasione, sono stati forieri di novità o suggerimenti costruttivi.


Tanto più se si pensa che a proposito di integrazione sociale e sostegno ai più deboli (ricordo a Bassotti che anche chi arriva nel nostro Comune in cerca di occupazione con moglie e figli in condizioni disagiate, rientra nelle fasce più deboli), il suo schieramento anche in consiglio comunale non è mai apparso dignitosamente responsabile anzi ha addirittura lanciato allarmismi e detto di non essere favorevoli all\'accoglienza, fotografando in modo inesatto e bugiardo, il nostro come un territorio ad alto rischio\".


Per quanto concerne gli annunciati tagli alla Cultura e al Turismo, il consigliere Bassotti e Diotallevi \"farebbero bene - conclude Cavallo - a leggere con maggiore sicurezza i dati contenuti nel bilancio di previsione, così come in materia di servizi unificati, sarebbe bene che mantenessero un atteggiamento dignitoso e soprattutto costante anche dal punto di vista politico: mi chiedo come si faccia a decidere una astensione come gruppo di minoranza al bilancio dell\'Unione Valcesano e qualche giorno prima in consiglio comunale a Mondolfo sparare a zero sull\'importanza dei servizi condivisi.


Forse una serietà di fondo ed una pertinenza politica sarebbero auspicabili, soprattutto in funzione del lavoro che svolgono su mandato dei cittadini che rappresentano\".








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 03 aprile 2008 - 917 letture

In questo articolo si parla di mondolfo, politica, pietro cavallo, comune di mondolfo