Vannucci: parco tecnologico, nuovo passo avanti

Massimo Vannucci| 2' di lettura Fano 02/04/2008 -

Nuove opportunità per i giovani ricercatori e le imprese che operano tra San Marino e il Montefeltro.

Il “Parco scientifico e tecnologico” è più vicino. 



L’atteso progetto ha fatto un nuovo passo avanti per la sua realizzazione.

Lo assicura l’onorevole Massimo Vannucci, candidato alla Camera dei depurati, che martedì mattina, su invito del segretario di Stato agli affari esteri della Repubblica sammarinese Fiorenzo Stolfi, ha partecipato all’insediamento dei nuovi capitani reggenti del Titano.


Nella sua orazione ufficiale, Giancarlo Michellone, uno dei massimi esperti in campo scientifico e presidente del Parco tecnologico di Trieste (tra i più avanzati d’Europa), ha inaugurato il semestre di reggenza proprio con l’analisi del progetto del “Parco scientifico e tecnologico” tra Italia e San Marino.

Una operazione attorno alla quale da tempo si sta impegnando Vannucci.


L’onorevole Pd era accompagnato dal professor Giorgio Petroni, rettore dell’Università di San Marino, e dai due pro-rettori dell’Università di Urbino Mauro Magnani e Vilberto Stocchi.


«La cerimonia è stata l’occasione per fare il punto sulla fattibilità del parco nella zona del Montefeltro - sottolinea Vannucci -. Ho colto un reale interesse da parte dei due Paesi a perfezionare l’accordo di collaborazione culturale e scientifica che permetterà di realizzare insieme il parco transnazionale per poi regolamentare le parti giuridiche e fiscali».


Massima soddisfazione è stata espressa da tutti i presenti.

«Il consiglio di Stato di San Marino - aggiunge Vannucci - ha la volontà di realizzare il parco insieme all’Italia per collocarlo nel Montefeltro. La nostra area diventerà così attrattiva di imprese e ricercatori da ogni parte d’Europa che potranno beneficiare di strutture all’avanguardia.


Del resto la scommessa della ripresa dell’Italia si gioca tutta sulla capacità di innovazione e ricerca.

E questa è una straordinaria occasione per le Marche e il centro Italia di realizzare un punto di eccellenza, mettendo insieme le risorse di due Stati e conferendogli così una dimensione internazionale».


L’onorevole Vannucci aveva proposto ai due ministri degli esteri Massimo D’Alema e Fiorenzo Stolfi questa opportunità nel novembre 2006.

Una idea accolta subito con entusiasmo da entrambi i dicasteri che hanno lavorato seriamente al progetto che oggi comincia a concretizzarsi con il coinvolgimento dei territori e delle aziende interessate.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-04-2008 alle 01:01 sul giornale del 01 aprile 2008 - 892 letture

In questo articolo si parla di politica, pesaro, Provincia di Pesaro ed Urbino, Massimo Vannucci





logoEV