Mondolfo: opposizione all\'attacco, tagliati i fondi a cultura e turismo

Carlo Diotallevi 21/03/2008 -

Martedi prossimo 25 marzo è stato convocato il Consiglio Comunale di Mondolfo che dovrà trattare il bilancio di previsione per il 2008.


L\'amministrazione guidata da Cavallo è partita subito male: per legge doveva mettere a disposizione dei consiglieri tutta la documentazione almeno 20 giorni prima del Consiglio ma la stessa è stata consegnata molto in ritardo e il parere dei revisori dei conti è arrivato solo il 19 marzo. 



Come possiamo dare il nostro contributo in termini di indirizzo e controllo così come previsto dalla legge? Vergognoso.


Pur nelle mille difficoltà di analisi di questo bilancio, dobbiamo comunque prendere atto che purtroppo le tante aspettative dei cittadini e degli operatori economici del territorio sono state ancora una volta deluse. I

l bilancio 2008 è solo una fotocopia sbiadita di quelli precedenti perchè si occupa solo dell\'ordinaria amministrazione. Non c\'è traccia del programma elettorale pieno di promesse della giunta Cavallo.


Solo briciole per il turismo e per la cultura, due settori fondamentali per il nostro territorio: La Giunta ha tagliato i contributi per le manifestazioni culturali (-26%), ha tagliato i contributi per le associazioni per la promozione turistica (-16%)!

Che fine hanno fatto le promesse di aiutare i privati per l\'organizzazione della Notte Bianca e di Mondolfo Di-vino?


In compenso è stata aumentata la base imponibile ICI per le aree edificabili che sono ferme da anni a causa della lentezza del Comune nel predisporre i piani Particolareggiati: il cittadino paga sempre di più ma non può costruire. Dopo il danno la beffa!

Ci sono ancora troppe spese che vanno tagliate: quelle per l\'energia elettrica sono aumentate del 43% per un totale di euro 210.000 euro, troppe spese per enti carrozzoni come l\'Unione dei Comuni (536.000 euro!!!) mentre è sorprendentemente diminuita la lotta all\'evasione (-71%) e sono spariti gli oneri di urbanizzazione (-70.000 Euro) a causa di un PRG dormiente nei cassetti del Comune.


In sintesi il Comune per fare quadrare il bilancio è dovuto ricorrere alla vendita delle aree fabbricabili di proprietà comunale e questo ha provocato la sonora bocciatura da parte dei revisori dei conti: si vendono i \" gioielli \" di famiglia per finanziare la spesa corrente ma non si investe!


Che fine ha fatto il nuovo cimitero? Che fine ha fatto l\'ampliamento delle scuole? Che fine ha fatto l\'impegno per l\'Ambiente e per il Turismo? Parole, soltanto parole….

La Giunta di centrosinistra come sempre ha pronta la solita litania: la colpa è del Governo (di sinistra!) che riduce le somme versate ai Comuni, ma se si legge il bilancio ci si accorge che gli stessi sono rimasti invariati. Squallido!


La realtà è che in questi decenni le amministrazioni Sgammini, Solazzi e ora Cavallo hanno fatto solo i propri interessi politici impoverendo il territorio a nostre spese visto che oggi siamo costretti a vendere le proprietà comunali per sopravvivere: finite queste la resa dei conti sarà vicina.

Per quanto ci riguarda abbiamo presentato due maxi-emendamenti per cercare di modificare radicalmente questa impostazione assurda del bilancio:


Il primo deriva dall\'utilizzo del maggior introito, rispetto alla base d\'asta, per la vendita di un terreno comunale (353.200 euro) per le seguenti opere:

1) ristrutturazione ex-Pescheria a Marotta per trasferirvi la guardia costiera: Villa Valentina potrà così essere utilizzata per decentrarvi diversi uffici comunali;

2) ristrutturazione dell\'ex cinema-teatro di Mondolfo;

3) potenziamento della manutenzione viaria.


Il secondo emendamento prevede un taglio ai costi della politica: proponiamo di rinunciare ai gettoni di presenza spettanti ai Consiglieri Comunali e di eliminare, visti i servizi delegati all\'Unione dei Comuni, un Assessore:

il risparmio ottenuto (25.000 euro) ci permetterà di investire per davvero sul turismo finanziando la realizzazione della \"Notte Bianca\", di \"Mondolfo Di-Vino\", la partecipazione alla \"Colle Mar-athon\" ed il ripristino della tradizionale \"Pesca con la Tratta\".


Questi sono fatti e proposte concrete, quelle della Giunta Cavallo sono tutto fumo….e niente arrosto.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-03-2008 alle 01:01 sul giornale del 21 marzo 2008 - 902 letture

In questo articolo si parla di politica, carlo diotallevi, per cambiare, alleanza nazionale