A Fano si legge il Purgatorio

Dante Alighieri 2' di lettura Fano 16/03/2008 -

Seconda tappa di \"Leggere Dante\", giornate di letture dantesche organizzate per il quinto anno consecutivo dall\'Assessorato alla Cultura in collaborazione con il Circolo A. Bianchini e i Frati Minori di Santa Maria Nuova.

Dopo il buon esito del primo appuntamento della scorsa settimana alla Sala Verdi, una performance di recitazione, esibizione di sbandieratori e accompagnamento musicale, si torna alla tradizione.



Il 18 marzo nella Chiesa di S. Maria Nova alle 21.00 una lettura nel classico stile delle edizioni promosse dal Circolo Bianchini che prevede un commento ricco ed ampio di Lucia Tancredi, scrittrice e critico artistico letterario, e la lettura di Claudio Tombini, attore di teatro e di cinema, con accompagnamento all\'organo di Stefano Baldelli.

La serata è dedicata ai canti I e II del Purgatorio.


Nella salita del monte del Purgatorio che li porterà alle porte del Paradiso, Dante incontra, nel I canto, Marco Porcio Catone, uccisosi ad Utica nel 46 a. C. per non cadere vivo nelle mani di Cesare e per sdegno di sopravvivere alla caduta delle libertà repubblicane.

Posto da Dio a guardare l\'entrata del Purgatorio, egli consente a Dante e Virgilio di proseguire non prima di aver compiuto prescritti riti di purificazione.


Catone lo ritroviamo anche nel canto successivo, costretto a svolgere la funzione che più gli si addice, quella morale, trovandosi ad esortare i due poeti a proseguire il viaggio senza indugi.

Essi si erano attardati perché Dante aveva riconosciuto un\'anima appena sbarcata sull\'isola del Purgatorio. È il musico fiorentino Casella coevo e amico di Dante da poco scomparso.


\"E\' sotto gli occhi di tutti la straordinaria fortuna che l\'opera di Dante Alighieri continua ad avere in questo nostro tempo - scrive il sindaco e assessore alla Cultura, Stefano Aguzzi - e il vivo e crescente interesse che riesce a suscitare in un pubblico sempre più ampio.\"

\"I versi di Dante Alighieri - sottolinea Claudio Giardini, dirigente del settore Cultura del Comune e curatore del libretto che accompagna le letture - sono ancora lì ad indicare il senso della storia e della vita.\"


Anche nella serata del 18 marzo verrà distribuito il volumetto in cui sono riprodotti i canti in oggetto. Una piccola ma preziosa pubblicazione da usare come ausilio alla lettura del testo ora e da conservare e consultare in seguito.

Info. Ufficio Cultura Comune di Fano, 0721.887412/3.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-03-2008 alle 01:01 sul giornale del 17 marzo 2008 - 1031 letture

In questo articolo si parla di cultura, fano, comune di fano, dante alighieri