Rassegna Lirica Torelliana: Concerto a lume di candela

3' di lettura Fano 12/03/2008 - Suggestivo Concerto a lume di candela in programma nel cartellone della Rassegna Lirica Torelliana 2008 organizzata dalla Fondazione Teatro della Fortuna.
Venerdì 14 marzo - inizio alle 21.00 - si potrà assistere ad una serata di musica incorniciata in un\'affascinante e coinvolgente atmosfera. La grande sala si vestirà di viola e le luci saranno sostituite da candele per far rivivere anche a teatro la tensione spirituale di un tempo che volge al memoriale del mistero pasquale.

In programma la Sinfonia n. 45 di Franz Joseph Haydn, detta \"Degli Addii\", e la Messa dell\'Incoronazione in do magg. KV 317 di Wolfgang Amadeus Mozart. Sul palcoscenico l\'Orchestra Sinfonica G. Rossini, il Coro del Teatro della Fortuna diretto da Carlo Morganti e i solisti Anna Malavasi, soprano, Elena Traversi, contralto, Marco Voleri, tenore, e Antonio Marani, basso.

Sul podio la bacchetta sicura ed esperta di Daniele Agiman, direttore d\'orchestra milanese con un\'importante carriera internazionale alle spalle.


Il concerto si apre con la più celebre sinfonia di uno dei più grandi compositori del periodo classico. La Sinfonia \"Degli addii\" rappresenta un\'autentica pietra miliare della vicenda sinfonica con un successo quanto meno continentale, un\'influenza enorme e, di conseguenza, un\'aneddotica fra le più diffuse.

Il brano prende il nome dal suo ultimo movimento, il, fin troppo noto, finale (presto): in piena ricapitolazione, quando tutto sembrerebbe esaurirsi in poche battute, la musica frena di botto e attacca un adagio in cui le varie sezioni dell\'orchestra compiono a turno un assolo prima di defilarsi, con tanto di spegnimento di candele e svuotamento dei leggii.

Rimangono quindi a suonare al loro posto soltanto due violini, uno dei quali nella prima esecuzione era quello del maestro di Cappella Franz Joseph Haydn. Fino all\'impalpabile pianissimo conclusivo.


La grande Messa dell\'Incoronazione di Mozart, scritta dal genio di Salisburgo nel 1779, a 23 anni, è considerata unanimemente il risultato più alto tra le messe mozartiane. Fu eseguita per la prima volta nel Duomo di Salisburgo durante la Pasqua del 1779.

Con quel grido dell\'Agnus Dei, tradotto in note, Mozart si è guadagnato sicuramente la misericordia di Dio: musica e voce si ergono potenti di fronte all\'Eterno, raggiungendo quella perfezione somma che è spettacolo di bellezza sempre desiderato.


Mercoledì 12 marzo alle ore 17, nel Foyer del Teatro della Fortuna, musica, tè e pasticcini. Il pubblico è invitato all\'\"Appuntamento con la musica all\'ora del té\", incontro di preparazione e guida all\'ascolto dei brani in programma con la partecipazione del maestro Daniele Agiman e dei cantanti solisti.


Botteghino. Info: piazza XX Settembre 61032 Fano, Tel. 0721.800750 fax 0721.827443, botteghino.teatro@comune.fano.ps.it. Apertura: dal lunedì al venerdì esclusi i festivi 17.00 - 19.00 | Il sabato e il mercoledì anche dalle 10.00 - 12.00 | Nei giorni di spettacolo 10.00 - 12.00 e dalle 17.00 in poi. Vendita online: TICKETONE, info 02.392261, www.ticketone.it www.teatrodellafortuna.it


Biglietti. Settore A/B euro 16,00 (ridotto under 25, euro 12,00); Settore C euro 10,00 (rid. euro 8,00); Settore D euro 5,00.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-03-2008 alle 01:01 sul giornale del 12 marzo 2008 - 950 letture

In questo articolo si parla di teatro, fano, spettacoli, teatro della fortuna, Fondazione Teatro della Fortuna





logoEV